11:05 01 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

La polizia militare tenta di disperdere i manifestanti in periferia sud-est di Minsk con l’ausilio di granate stordenti. Nel frattempo i manifestanti lanciano petardi contro le forze dell’ordine, riporta un corrispondente di Sputnik.

La polizia bielorussa sta tentando di dirigere gruppi di automobilisti e pedoni dei manifestanti in periferia sud-est a Minsk. Le forze speciali OMON in completo equipaggiamento e con scudi stanno prodedendo a fermi a campione tra la folla. Alcuni manifestanti hanno cercato di liberare i fermati, lanciando bastoni di legno, pietre e torce contro i poliziotti.

La maggior parte dei manifestanti si oppone all’uso di forza fisica contro la polizia, per evitare cariche di risposta da parte degli agenti in assetto antisommossa.

Nel complesso la serata di martedì è stata meno convulsa della precedente, ma in più parti della capitale bielorussa si sono registrate esplosioni di petardi, granate stordenti e lancio di fumogeni contro la polizia. A farne le spese anche alcuni fotografi stranieri ai quali sono state danneggiate e sequestrate schede di memoria delle macchine fotografiche.

Le proteste dopo il voto in Bielorussia

L'ondata di proteste in Bielorussia è scoppiata all'indomani delle elezioni presidenziali che hanno visto la riconferma con l'80% dei voti del presidente uscente Lukashenko.

La candidata dell'opposizione Svetlana Tikhanovskaya ha ottenuto il 10%: secondo il comitato elettorale di quest'ultima i dati dello spoglio sono stati falsificati. Tikhanovskaya attualmente si trova in Lituania ed ha rivolto nelle scorse ore un appello al rispetto della legge e dell'ordine pubblico. L'UE ha invitato le autorità bielorusse ad avviare il dialogo con l'opposizione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook