23:37 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
130
Seguici su

Per il titolare degli Esteri russo la priorità è quella di risolvere la questione nella maniera più rapida e pacifica possibile.

Il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, ha ufficialmente richiesto al governo bielorusso di rilasciare i giornalisti arrestati dalle autorità locali durante le manifestazioni di massa che hanno avuto luogo nel Paese.

Nel corso di una conferenza congiunta tenuta con il suo omologo tedesco Heiko Maas, Lavrov ha sottolineato che Mosca cercherà di risolvere la questione nella maniera più pacifica possibile.

Diversi reporter di vari media russi, tra cui anche il corrispondente di Sputnik Belarus Evgeny Oleynik, sono stati fermati dalla polizia bielorussa nel corso delle proteste.

Il malcontento si è manifestato in diverse città della Bielorussia, tra cui la capitale Minsk, in seguito alla lettura dei risultati delle elezioni presidenziali che hanno visto la vittoria del prersidente uscente Aleksandr Lukashenko con oltre l'80% dei consensi.

Il risultato delle urne è stato contestato dalle opposizioni, che hanno accusato il governo di brogli e hanno chiesto elezioni eque.

La principale candidata di opposizione, Svetlana Tikhanovskaya, ha lasciato il Paese e si trova attualmente in Lituania, da dove ha invitato la popolazione ad astenersi da atti di violenza.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook