01:33 28 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
252
Seguici su

Il procuratore William Barr ha dichiarato che la sinistra statunitense ha tattiche rivoluzionarie, ha rinunciato ai valori liberali e aspira a instaurare una sorta di "socialismo comunismo" in maniera fascista.

Le proteste in corso del movimento Black Live Matter negli USA sono una vera e propria forma di "guerriglia urbana" condotta dalla sinistra radicale per la propria "brama di potere". Così ha detto il procuratore generale William Barr durante una trasmissione su un canale nazionale, in cui ha definito gli attivisti del movimento antirazzista un gruppo rivoluzionario paragonabile a quello dei bolscevichi. 

"Sono un gruppo rivoluzionario che è interessato a una qualche forma di socialismo, comunismo. Sono essenzialmente bolscevichi. Le loro tattiche sono fasciste", ha detto.

Secondo Barr, la radicalizzazione del movimento BLM riflette lo spostamento all'estrema sinistra compiuto dal partito democratico negli ultimi anni.

"La sinistra si è "allontanata dall'ombrello dei valori liberali classici che hanno sostenuto "l'America ed diventata una sorta di "religione laica" cercando "la vittoria politica completa", ha puntualizzato. 

Il potere sarebbe la nuova religione laica della sinistra che non tollera la destra, considerata un "ostacolo all'utopia progressista". "Vogliono gestire la vita delle persone in modo che possano progettare un'utopia per tutti noi ... è la brama di potere", allerta Barr. 

La guerriglia degli Antifa

Il metodo degli antifa è quello di mescolarsi all'interno delle manifestazioni per dirottarle e trasformarle in riot.

"Partecipano alle manifestazioni, esercitando un'attività consentita dal Primo Emendamento, e si fanno scudo per proteggersi. È lì che nuotano. E quello che fanno è dirottare queste manifestazioni e provocare violenza", ha spiegato. 

Il sostegno dei media

Barr ritiene che la resistenza della sinistra sia iniziata il giorno in cui Trump ha vinto le elezioni. 

"Stanno cercando di metterlo sotto accusa dal primo giorno. Hanno fatto tutto il possibile ... e penso che sia a causa del desiderio di potere che vuole la sinistra". Poi punta il dito contro i media per "aver diffuso una narrativa" e aver venduto una "bugia" al popolo americano, fornendo una copertura "annacquata" dei disordini civili.

La stampa è diventata "estremamente monolitici",  ed è legata "in molti modi al Partito Democratico", ha concluso.

Tags:
Proteste, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook