23:35 29 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
156
Seguici su

Il Consiglio per l'Economia, composto da 15 membri, non ha mai visto la nomina di una donna da quando è stato costituito nel 2014. La nomina di sei donne nell'organismo che sovrintende alle finanze del Vaticano è la mossa più significativa che Papa Francesco abbia compiuto nel suo impegno a dare più ruoli di leadership alle donne nella Chiesa.

Papa Francesco ha assegnato ruoli a sei donne nel Consiglio per l'economia, solitamente dominato dagli uomini, in una mossa storica per migliorare l'equilibrio di genere in Vaticano.

Il Consiglio per l'economia, composto da otto cardinali e sette laici, è stato istituito da Papa Francesco nel 2014 nel tentativo di riformare le finanze e di appianare una serie di scandali finanziari che il Vaticano ha dovuto affrontare in passato.

Le sei donne nominate sono tutte europee e hanno alti livelli di competenza in materia bancaria, finanziaria, gestione patrimoniale e diritto internazionale. Includono l'ex ministro del Lavoro Ruth Kelly e l'ex tesoriere del principe Charles Leslie Ferrar, entrambi dal Regno Unito, Charlotte Kreuter-Kirchhof e Marija Kolak, entrambe dalla Germania, e Maria Concepción Osácar Garaicoechea ed Eva Castillo Sanz, entrambe dalla Spagna.

L'unico laico in consiglio è Alberto Minali, ex direttore di una compagnia di assicurazioni italiana.

Joshua McElwee, corrispondente dal Vaticano per il National Catholic Reporter, ha detto al Guardian che avere sei donne è una quota piuttosto grande.

"Ma la cosa importante qui è che queste sei donne fanno parte di un gruppo che essenzialmente sovrintende a tutte le attività finanziarie del Vaticano, quindi ovviamente questo è un gruppo piuttosto di alto livello", ha detto.

Il Vaticano, che ha dovuto affrontare ulteriori lotte finanziarie a causa della pandemia di coronavirus, ha visto un calo dei visitatori dei suoi musei.

Altre recenti nomine femminili di spicco in Vaticano includono Francesca Di Giovanni come sottosegretario per gli affari multilaterali alla Segreteria di Stato e Barbara Jatta come direttore dei Musei Vaticani.

In precedenza il Vaticano è stato travolto da uno scandalo finanziario.

Correlati:

Emanuela Orlandi, la famiglia fa analizzare ossa trovate in cimitero Vaticano
Vaticano pubblica Vademecum per gestione abusi su minori: ok denunce anonime e sui media
Vaticano, le inchieste non si fermano: commissariata Fabbrica di San Pietro
Tags:
vaticano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook