00:10 25 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
La devastante esplosione presso il porto di Beirut (61)
0 04
Seguici su

La capitale libanese è precipitata nel caos sabato sulla scia della massiccia esplosione di martedì nel porto di Beirut, che ha ucciso almeno 157 persone, causando più di 5.000 feriti e 300.000 dispersi. I manifestanti chiedono le dimissioni del governo.

Un corrispondente di Sputnik Arabia ha realizzato un drammatico filmato nel centro di Beirut sugli scontri in corso tra manifestanti e forze di sicurezza.

Il video mostra centinaia di poliziotti che fanno la guardia fuori un edificio mentre suona un allarme, con detriti sparsi per le strade e i marciapiedi e raggi laser puntati attraverso l'aria piena di fumo mentre un incendio arde in lontananza.

Sabato migliaia di manifestanti si sono riversati nelle strade del centro della capitale, con la polizia che ha fatto ricorso ai gas lacrimogeni mentre i dimostranti hanno lanciato pietre e altri oggetti contundenti. I manifestanti hanno preso d'assalto diversi edifici nel centro della città, incendiandone alcuni.

Un gruppo di funzionari in pensione è entrato negli edifici del Ministero degli Esteri, dell'Ambiente e dell'Economia, mentre altri hanno preso possesso dell'edificio dell'Associazione delle Banche e il Ministero dell'Energia e dell'Acqua. Più tardi, i media hanno riferito che l'esercito libanese era intervenuto per espellere i manifestanti rintanati nell'edificio del Ministero degli Esteri.

L'esercito libanese è riuscito a liberare l'edificio del ministero degli Esteri dai dimostranti. Dopo che i militari hanno dislocato rinforzi nella zona del dicastero, il numero dei manifestanti è diminuito.

Le proteste erano scoppiate già nei giorni precedenti. 

Secondo i dati della Croce Rossa libanese, oltre 230 manifestanti sono rimasti feriti, con 55 trasferiti in ospedale. Almeno un agente di polizia è stato ucciso e molti altri sono rimasti feriti durante i disordini.

In un discorso tenuto sabato alla televisione libanese, il primo ministro Hassan Diab ha chiesto che si tengano nuove elezioni parlamentari e ha incolpato anni di corruzione e cattiva gestione per le circostanze che sono culminate nella mortale esplosione di nitrato di ammonio del 4 agosto nel porto di Beirut.

Tema:
La devastante esplosione presso il porto di Beirut (61)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook