02:58 18 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
La devastante esplosione presso il porto di Beirut (61)
205
Seguici su

Venerdì, il leader di Hezbollah Hassan Nasrallah ha respinto le accuse secondo cui la sua organizzazione stoccava armi nel porto di Beirut e ha chiesto all'esercito libanese di guidare le indagini sul disastro di martedì.

Il partito politico libanese e il gruppo militante Hezbollah potrebbe aver cercato di utilizzare le scorte di nitrato di ammonio che hanno distrutto gran parte dell'area circostante il porto di Beirut per una nuova guerra contro Tel Aviv, ha suggerito Channel 13 di Israele senza citare fonti.

Il rapporto, pubblicato dopo che Hassan Nasrallah ha fatto le sue prime osservazioni sulla scia dell'esplosione del 4 agosto di venerdì, ha suggerito che "il materiale esploso nel porto non è nuovo per Nasrallah e Hezbollah", e ha indicato il precedente presunto accumulo di scorte di questa sostanza da parte del gruppo islamista nel Regno Unito, Germania, Cipro e altri paesi, secondo le accuse fatte dal Mossad.

"Per quanto riguarda ciò che è stato immagazzinato nel porto di Beirut, la valutazione è che Nasrallah intendeva usarlo nella terza guerra in Libano", ha suggerito Channel 13. Israele e Libano sono rimasti coinvolti in vari scontri negli ultimi tre decenni e hanno combattuto due grandi guerre tra cui la Guerra del Libano del 1982 e la Guerra del Libano del 2006. Hezbollah ha agito come il principale belligerante contro le forze israeliane.

Il canale televisivo ha ricordato che Nasrallah aveva minacciato di lanciare razzi contro un serbatoio di stoccaggio di ammoniaca nella città portuale israeliana settentrionale di Haifa nel 2016 in caso di aggressione israeliana. Ha anche ricordato il discorso del primo ministro Benjamin Netanyahu all'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2018, in cui ha accusato il gruppo di stoccare armi in aree civili a Beirut, e ha avvertito la milizia che "Israele sa quello che state facendo" e che "non lascerà che la facciate franca”.

In relazione all'esplosione, Channel 13 ha suggerito che Nasrallah fosse ora preoccupato per il coinvolgimento di Hezbollah in una possibile inchiesta internazionale.

Nel suo discorso di venerdì, Nasrallah ha negato categoricamente che il gruppo avesse armi al porto e ha promesso che qualsiasi indagine obiettiva lo avrebbe dimostrato. Il leader della milizia ha proposto che l'esercito, in quanto istituzione di fiducia di tutti i settori della società libanese, si assuma il compito d'indagare sul disastro, da solo o  con altri funzionari.

Cos'è il nitrato d'ammonio

Il nitrato d'ammonio è un prodotto chimico industriale che viene utilizzato principalmente come fertilizzante agricolo, ma che può anche essere volatile e altamente esplosivo, ed è stato utilizzato in autobombe e ordigni esplosivi improvvisati da milizie e gruppi terroristici con un budget limitato. Si stima che ci fossero fino a 2.750 tonnellate di questa sostanza stoccate in un magazzino nel porto di Beirut quando è avvenuta l'esplosione il 4 agosto. Secondo quanto riferito, il carico è stato portato nel porto a bordo di una nave da carico registrata in Moldavia nel 2013, con la nave e il suo carico abbandonati da un uomo d'affari russo con sede a Cipro di nome Igor Grechushkin. Da quel momento, le autorità locali e i tribunali hanno intrapreso una battaglia burocratica per determinare chi fosse responsabile del trasferimento del carico potenzialmente pericoloso, con tentativi infruttuosi di riesportare il nitrato di ammonio, consegnarlo all'esercito o a una compagnia privata di esplosivi.

Il disastro ha causato oltre 150 vittime, con circa 100 persone ancora disperse, oltre 5.000 altri feriti e fino a 300.000 residenti della capitale libanese sfollati. Si pensa che l'esplosione abbia causato danni da $ 3 a $ 15 miliardi e gli osservatori stimano che abbia avuto una resa esplosiva compresa tra 200 e 500 tonnellate di TNT, vale a dire circa quanto una piccola testata nucleare tattica.

Sempre venerdì, il presidente libanese Michel Aoun ha detto che Beirut non può ancora escludere la possibilità di un coinvolgimento straniero nel disastro, inclusa la possibilità che possa essere stato causato da una bomba o da un missile.

Tema:
La devastante esplosione presso il porto di Beirut (61)

Correlati:

L'ambasciatore libanese esprime gratitudine alla Russia per l'aiuto seguito all'esplosione di Beirut
Russia: la Torre di Ostankino è stata spenta in segno di lutto per le vittime di Beirut - Video
La Turchia è pronta a ricostruire il porto di Beirut dopo l'esplosione, afferma politico turco
Tags:
esplosivo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook