10:02 01 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
192
Seguici su

La polizia di Vladivostok ha arrestato un giovane, che, secondo le indagini, avrebbe ingannato una ragazza di 16 anni, facendole credere di essere un intermediario del Diavolo e poter soddisfare ogni suo desiderio.

Un residente di Vladivostok ha denunciato alla polizia un truffatore che ha ingannato la figlia minorenne. Come scoperto poi dagli agenti, la ragazza sedicenne aveva stretto legami con un ragazzo, diciottenne, con cui aveva studiato in precedenza nella stessa scuola e da questi si sarebbe fatta circuire.

Il raggirante, riferisce la stessa polizia della città dell’estremo oriente della Federazione russa, era riuscito a convincere la ragazza di essere un intermediario dell’occulto e poterla aiutare a ‘vendere l’anima al Diavolo’. In cambio, proprio come il Dottor Faust di Goethe, la ragazza avrebbe potuto godere di tutte le gioie della vita ed esaurire i propri desideri. Ovviamente per farlo sarebbe stato necessario pagare una determinata cifra per la cerimonia, i riti e tutte le procedure di intermediazione che, viste le prerogative del cliente finale interessato all’acquisto, non sarebbero state ordinarie.

Il giovane, prima di garantire l’adempimento dei classici ‘tre desideri’, ha avvertito bene la ragazza che si sarebbe dovuta sbarazzare di tutti gli orpelli in oro perché, è riuscito a convincerla, chi passa dalla parte del maligno non deve indossare oro. Naturalmente i proventi del banco dei pegni sono stati ‘trattenuti in custodia’ dal malfattore.

Il giovane ha poi costretto la ragazza a cancellare tutte le comunicazioni social e la corrispondenza affinché nessuno venisse a conoscenza del mefistofelico scambio o, peggio ancora, li potesse prendere per pazzi e rinchiudere in manicomio. Per maggiore sicurezza alla fine è riuscito a convincere la ragazza a consegnargli direttamente sia cellulare che laptop.

Alla fine il danno economico totale per la ragazza ha superato abbondantemente i mille euro.

La polizia, in seguito alla denuncia del padre della giovane e le successive indagini, è riuscita a ricostruire la vicenda e arrestare il ragazzo, che per altro ha candidamente confessato. Ora sul maggiorenne pende un procedimento penale ai sensi dell’articolo del codice penale della Federazione sulla ‘Frode con danno a privato cittadino’. Rischia fino ad un massimo di 5 anni di carcere se verranno riscontrati coinvolgimenti in altri crimini simili.

Tags:
Solo In Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook