22:45 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
153
Seguici su

Dmitry Rogozin, direttore generale di Roscosmos, ha esortato a non esagerare il successo del primo volo di prova con equipaggio della navicella Crew Dragon di SpaceX, invitando i colleghi americani a provare a ripetere i record della navicella russa in velocità di volo verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

"Il fatto che Crew Dragon sia apparso e che abbia superato la prova, se scartiamo tutta la propaganda americana sul fatto che sono leader nel mondo... Perché sono leader nel mondo? Per dieci anni non si scorgevano dall'orizzonte, ma ora volano come volavamo. Lascia che ora volino alla stessa velocità con cui voliamo noi. Non credo che Crew Dragon sia in grado di volare meno di 3 ore per raggiungere la ISS", ha detto Rogozin in un'intervista a Sputnik, ricordando il record della navicella cargo russa "Progress MS-15", che ha impiegato 3 ore 18 minuti e 31 secondi per raggiungere la Stazione Spaziale dopo il lancio.

Secondo Rogozin, Crew Dragon di SpaceX e il futuro Starliner di Boeing sono più spaziosi e confortevoli, ma solo analoghi del russo Soyuz MS.

"E' un passo avanti, ma dobbiamo creare una navicella del genere? No, naturalmente. Non abbiamo bisogno di una navicella del genere", ha detto il capo di Roscosmos.

Parlando dei programmi spaziali russi, Dmitry Rogozin ha motivato il piccolo numero di progetti con la mancanza dei finanziamenti necessari per i tagli del ministero delle Finanze.

"Ci chiedono: "dove sono i nostri apparecchi scientifici, Marte, Venere, il programma lunare?" Eccoli tutti lì, in queste "ottimizzazioni", la storia dei dibattiti con il ministero delle Finanze li ha distrutti", ha detto Rogozin.
Tags:
ISS, Spazio, Dmitry Rogozin, Elon Musk, Roscosmos, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook