09:53 01 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
La devastante esplosione presso il porto di Beirut (61)
210
Seguici su

Numerosi i messaggi di cordoglio dei leader di tutto il mondo inviati al Libano, dopo la tremenda doppia esplosione di lunedì pomeriggio che ha devastato Beirut, causando ingenti danni, numerosi morti, feriti e dispersi.

Le immagini impressionanti delle due esplosioni di Beirut e della potente deflagrazione che ha investito case e palazzi nel raggio di 10 chilometri, hanno sconvolto il mondo che adesso ha gli occhi puntati sulla capitale libanese, attendendo il tragico bilancio finale delle vittime, mentre i feriti si ammassano negli ospedali ormai al collasso. 

I messaggi di cordoglio e solidarietà si sono susseguiti nelle ultime ore e molti Paesi, incluso Israele, hanno offerto sostegno e aiuti umanitari con uomini e mezzi, per curare i feriti e per la ricostruzione. 

Italia 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha commentato la tragedia con un messaggio apparso sui social, in cui ha dichiarato che l'Italia farà il possibile per aiutare il popolo libanese e che sta già monitorando la situazione dei connazionali nel Paese dei cedri. 

"Le terribili immagini che arrivano da Beirut descrivono solo in parte il dolore che sta vivendo il popolo libanese. L'Italia farà tutto quel che le è possibile per sostenerlo.", ha scritto. 

​Il ministro degli Esteri, Luigi di maio, ha espresso la vicinanza dell'Italia al Libano. 
""L'Italia è vicina agli amici libanesi in questo momento tragico. I nostri pensieri vanno alle vittime, a cui esprimiamo il nostro profondo cordoglio, e alle persone ferite, a cui auguriamo una pronta guarigione", ha twittato.

​Il ministro della Difesa, Roberto Guarini, si è messo immediatamente in contatto con il contingente della missione italiana in Libano, in seguito al ferimento di un nostro militare durante l'esplosione. 

"Appena ho appreso della tremenda esplosione avvenuta a Beirut ho voluto immediatamente sincerarmi delle condizioni del nostro Contingente in Libano. Un nostro militare è rimasto lievemente ferito. A lui e ai suoi familiari va la mia solidarietà e vicinanza, cosi come a tutti i militari italiani in Libano", ha riferito il ministro.

Russia

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha inviato un messaggio di cordoglio all'omologo libanese Michel Aoun per le vittime delle esplosioni di martedì pomeriggio nell'area del porto di Beirut.

"La Russia condivide il dolore del popolo libanese. Vi chiedo di trasmettere le mie parole di compassione e sostegno alle famiglie e agli amici delle vittime, nonché i desideri di una pronta guarigione a tutte le persone colpite", ha affermato Putin, con una nota ufficiale del Cremlino.

Il ministero russo delle Emergenze invierà mercoledì in Libano cinque aerei con un ospedale mobile, medici, soccorritori e dipendenti di Rospotrebnadzor , dove il giorno prima è avvenuta una potente esplosione nel porto, secondo quanto riferisce l'ufficio stampa del ministero.

"Un totale di cinque aerei EMERCOM della Russia saranno inviati come parte di un'azione umanitaria a Beirut libanese per fornire assistenza ed eliminare le conseguenze di una potente esplosione avvenuta il giorno prima", dichiara.

Iran

Il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif ha pubblicato su Twitter diversi messaggi di cordoglio nei confronti del Libano, colpito dalla tragedia dell'esplosione a Beirut:

"I nostri cuori sono con quelli della popolazione libanese. Pietà per i martiri, forza e solidarietà alle famiglie delle vittime e pronta guarigione per i ricoverati. Dio dia la pace a questa orgogliosa nazione", dichiara."L'Iran è assolutamente pronto a dare assistenza in qualsiasi forma. Resisti Libano", prosegue.

​Turchia 

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha parlato questo martedì con l'omologo libanese Michel Aoun e ha detto che la Turchia è pronta a fornire aiuti umanitari se necessario, ha detto la presidenza.

"Le mie condoglianze ai parenti delle vittime dell'esplosione", ha detto, augurando una pronta guarigione e ricordando che "la Turchia sarà sempre a fianco del Libano e dei fratelli Libanesi".

Palestina 

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha affermato, secondo quanto riporta la stampa palestinese che il suo paese è pronto a fornire qualsiasi supporto possibile al Libano, per aiutarlo nella ricostruzione dopo tragedia, e ha inviato le sue condoglianze alle famiglie delle vittime.

Nel frattempo, il primo ministro palestinese Mohammed Ishtaye ha dichiarato in un comunicato stampa che la Palestina è "pronta a mettere tutte le sue capacità" al servizio del Libano e fornire immediatamente l'assistenza necessaria.

Anche Hanan Ashrawi, membro del Comitato Esecutivo dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, ha espresso dolore per la "tragedia devastante", augurandosi che Beirut superi la calamità.

Da parte sua, il capo del ufficio politico del movimento islamico di Hamas, Ismail Haniyeh, ha telefonato al presidente libanese Michel Aoun, sottolineando la sua vicinanza in questa tragica situazione.

Solidarietà anche da Israele 

Il vicino Israele ha messo da parte le decennali ostilità per offrire il suo aiuto al Libano. In un tweet delle forze armate israeliane (IDF), si legge che Israle ha offerto di inviare aiuti umanitari e assistenza medica al Libano attraverso canali di sicurezza e internazionali.  "Questo è il tempo di trascendere il conflitto", si legge.

​Il portavoce dell'esercito israeliano, in un tweet scritto in arabo, ha sottolineato: "Abbiamo grande esperienza su come affrontare queste situazioni. E' il momento di mettere da parte le controversie".

Usa 

In una conferenza stampa il presidente degli Stati Unit, Donald Trump, ha annunciato l'invio di aiuti umanitari al Libano, sottolineando che le esplosioni a Beirut "assomigliano a un terribile attentato". Trump ha detto anche che i "vertici militari Usa pensano a un attacco: a una bomba di qualche tipo".

"Ho incontrato i nostri generali e sembra che non sia un incidente industriale. Sembra, secondo loro, che sia un attentato, una bomba di qualche tipo", ha dichiarato.
Francia

Il presidente francese Emmanuel Macron ha espresso un messaggio di "fraterna solidarietà" al popolo libanese, assicurando il sostegno della Francia che ha immediatamente predisposto degli aiuti umanitari.

"Esprimo la mia fraterna solidarietà al popolo libanese dopo l'esplosione, che ha causato un gran numero di vittime, questa questione a Beirut, e ha causato gravi danni.La Francia ha sempre sostenuto il Libano. Esistono aiuti francesi, che ora vengono trasferiti in Libano", ha detto con un messaggio pubblicato in lingua araba.

​Ha poi assicurato la Francia sta dispiegando un distaccamento di sicurezza civile e diverse tonnellate di attrezzature mediche in Libano. I medici di emergenza raggiungeranno anche Beirut il prima possibile per rafforzare gli ospedali.

"La Francia ha già preso l'impegno", ha evidenziato.

Altri messaggi di cordoglio sono giunti dal premier britannico Boris Johnson, che ha anche lui offerto aiuti umanitari al Libano e ai cittadini britannici lì residenti, dai leader di Grecia, Austria e Cipro, dove sarebbe stata avvertita l'onda d'urto dell'esplosione. 

 

Tema:
La devastante esplosione presso il porto di Beirut (61)
Tags:
Donald Trump, Vladimir Putin, Giuseppe Conte, Luigi Di Maio, Esplosione, Libano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook