21:30 30 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
2250
Seguici su

Rappresentanti di tribù arabe siriane di Deir Ez-Zor hanno fatto irruzione nel quartier generale del gruppo armato curdo DSS, catturando i militanti presenti.

Secondo il corrispondente di Sputnik in loco, il gruppo di rappresentanti delle tribù arabe conta diverse centinaia di persone. L’episodio è accaduto nel contesto di ritorsione per gli omicidi dei capi anziani delle tribù e degli sceicchi avvenuti in precedenza ad opera del gruppo armato DSS.

Secondo un corrispondente di Sputnik a Hasek, centinaia di rappresentanti delle tribù arabe sono usciti in strada la mattina inscenando dimostrazioni contro l'arbitrarietà dei gruppi armati filoamericani nella parte orientale di Deir ez-Zor. Le manifestazioni di protesta sarebbero poi sfociate e concluse con l’assalto al quartier generale del DSS. Un video mostra come le persone armate irrompano negli edifici del quartier generale.

Le richieste iniziali dei rappresentanti delle tribù arabe alle manifestazioni nelle città di Al-Khawaij, Diban e Ash-Shukhail a est di Deir Ez-Zor, erano state l'estradizione di tutte le persone coinvolte negli omicidi degli anziani.

Successivamente, come ha aggiunto il corrispondente, persone armate si sono unite ai manifestanti e si sono incamminate vero il quartier generale del DSS nelle città di Al-Hawaij e Diban. Le armi da fuoco sarebbero poi state utilizzate secondo la testimonianza.

Allo stesso tempo, le azioni della ‘rabbia popolare’ non sono ancora finite: il numero di manifestanti a Deir Ez-Zor e nei suoi dintorni continua a crescere.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook