14:24 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 22
Seguici su

Già nel mese di febbraio le misure di Washington avevano portato all'espulsione di circa 60 reporter cinesi dal territorio americano.

Pechino si sta preparando per affrontare un eventuale scenario in cui tutti i giornalisti di nazionalità cinese siano costretti a lasciare gli Stati Uniti per le pressioni del governo di Washington

In questo senso, il colosso asiatico ha annunciato misure di ritorsione nei confronti dei report americani di Hong Kong.

A riferirlo è il caporedattore del giornale ufficiale del Paese, il Global Times, Hu Xijin:

"A quanto sappia gli USA non hanno rinnovato i visti dei giornalisti cinesi e la Cina si è preparata in caso si verificasse il peggior scenario possibile in cui tutti i reporter debbano lasciare gli Stati Uniti. Se questo fosse il caso, il governo attuerebbe delle ritorsioni che coinvolgerebbero anche i giornalisti americani residenti a Hong Kong", ha scritto Hu sul proprio account ufficiale Twitter.

Nel mese di febbraio Washington aveva designato un certo numero di portali di informazione cinesi come missioni straniere, portando all'espulsione di circa 60 reporter.

Contestualmente il governo americano aveva imposto ai media cinesi l'obbligo di notifica al Dipartimento di Stato relativamente al personale impiegato e alle proprietà detenute sul territorio degli Stati Uniti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook