00:58 23 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 05
Seguici su

Nel corso della settimana il governatore di Hong Kong, Carrie Lam, aveva annunciato il rinvio delle elezioni di un anno, dal 6 settembre 2020 al 5 settembre 2021.

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha espresso forti critiche nei confronti della decisione dell'amministrazione di Hong Kong di rimandare le elezioni legislative.

"Gli Stati Uniti condannano la decisione del governo di Hong Kong di posporre le imminenti elezioni legislative, inizialmente previste per il 6 settembre. Non c'è alcuna valida ragione per un rinvio di tale portata. E' probabile, pertanto, che Hong Kong non abbia più la possibilità di andare a votare per niente e per nessuno", ha dichiarato Pompeo come riportato sul sito del Dipartimento di Stato.

Nella sua dichiarazione Pompeo ha esortato le autorità di Hong Kong a riconsiderare il rinvio:

"Esortiamo le autorità di Hong Kong a riconsiderare la propria decisione. Le elezioni dovrebbero essere tenute in una data il più possibile vicina al 6 settembre in maniera da riflettere la volontà e le aspirazioni della gente di Hong Kong. Se non lo faranno, allora sfortunatamente Hong Kong continuerà la propria marcia nel diventare un'altra città guidata dai comunisti in Cina", ha concluso Pompeo.

Nella giornata di ieri il governatore di Hong Kong, Carrie Lam, aveva supportato la decisione del governo di rimandare le elezioni in considerazione della preoccupante situazione epidemiologica.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook