00:59 28 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
140
Seguici su

Lo rivelano documenti giudiziari. Mentre l'accusatrice di Epstein ha confermato che lui si vantasse del fatto che Clinton gli dovesse favori, ha aggiunto di non poter dire se fosse serio nel fare questa affermazione.

Una serie di documenti giudiziari recentemente divulgati riguardo una causa per diffamazione civile del 2015 contro Ghislaine Maxwell, complice del defunto finanziere e condannato per reati sessuali Jeffrey Epstein, sembra fare luce su alcuni dei visitatori dell'isola dei Caraibi di proprietà dello stesso Epstein.

Come sottolinea 'Fox News', i documenti sono stati rivelati il 30 luglio, nonostante gli avvocati della Maxwell abbiano tentato di fermarne il rilascio tramite una mozione di emergenza, sostenendo che tali documenti potrebbero "influenzare in modo inappropriato potenziali testimoni o presunte vittime".

Uno dei documenti parla di una conversazione tra una persona identificata come l'accusatrice Virginia Giuffre e i suoi avvocati, con lei che menziona la presenza dell'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton sull'isola di Epstein dove "orge sessuali" erano un "evento regolare".

"Intervista con un testimone: Bill Clinton era sull'isola di Epstein con Jeffrey Epstein, Ghislaine Maxwell e "2 giovani ragazze", si legge nel tweet. 

Ha confermato che Epstein si vantava che Clinton gli dovesse dei favori, anche se ha aggiunto che non poteva dire se Epstein fosse serio nell'affermarlo, osservando che "avrebbe riso".

La Giuffre ha anche affermato che la Maxwell faceva sesso con ragazze minorenni "praticamente ogni giorno" mentre si trovava sull'isola di Epstein.

La causa di diffamazione Giuffre VS Maxwell del 2017 è stata regolata col versamento di una somma non rivelata a favore della Giuffre.

Ghislaine Maxwell è stata arrestata il 2 luglio nel New Hampshire per sei motivi legati all'adescamento di minori, al traffico sessuale e alla falsa testimonianza.

Se condannata rischia fino a 35 anni di reclusione ed è attualmente detenuta in una prigione federale a Brooklyn in attesa di processo; si è dichiarata non colpevole.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook