16:04 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 17
Seguici su

Come se l'osservazione dei corpi celesti non fosse più un'attività estremamente complicata, che richiedesse mezzi tecnici speciali ed essendo lontana da qualsiasi fonte di luce, la rete satellitare Starlink la rende ancora più complicata.

Come alcuni astronomi e fotografi hanno recentemente verificato, questo vale non solo per lo studio delle stelle più lontane, ma anche per gli enormi corpi celesti che passano vicino alla Terra, come la Cometa Neowise: la più grande cometa che è passata vicino del nostro pianeta negli ultimi 25 anni.

Questa cometa poteva essere osservata anche senza attrezzatura professionale, ma il passaggio di un vero e proprio sciame di satelliti ha rovinato le foto per alcuni appassionati. Uno di questi era l'astrofotografo spagnolo Daniel López, che ha condiviso le sue immagini su Facebook.

La foto è composta da 17 immagini scattate in 30 secondi con un'esposizione lunga, il che significa che ogni immagine ha richiesto diversi secondi. Inoltre, López ha pubblicato un video sull'account Facebook della sua azienda, che mostra il passaggio dei satelliti.

​Ovviamente, essendo una composizione di diverse foto e l'uso di una lunga esposizione, tutto quello catturato nella foto non è ciò che una persona normale vedrebbe nel cielo. Tuttavia, illustra i motivi per cui gli astronomi sono così contrari al lancio di un numero così elevato di satelliti in orbita.

"In questi due secondi viene rovinata un'esposizione di circa 10 o 15 minuti", ha dichiarato l'astronomo Jonathan McDowell in un'intervista a Business Insider. Ciò si verifica perché il passaggio di un singolo satellite può lasciare una striscia che potrebbe coprire l'oggetto studiato nell'immagine finale.

Questo tipo di fotografia è una parte cruciale dello studio di oggetti distanti nel cielo notturno, quindi non è qualcosa di cui puoi fare a meno.

Con questo va notato che SpaceX condivide le rotte di passaggio dei satelliti della rete Starlink, in modo che le persone che studiano o scattano immagini del cielo notturno possano pianificare le loro sessioni fotografiche.

Tuttavia, date le ambizioni di Elon Musk di lanciare in orbita un totale di 42.000 satelliti, che formeranno una mega costellazione, sarà sempre più difficile evitarle quando si fotografa il cielo notturno.

La situazione peggiora se si tiene conto del fatto che aziende come OneWeb e Amazon hanno in programma di lanciare reti satellitari simili a Starlink di Elon Musk. Tuttavia, López ha detto alla rivista Gizmodo che questo potrebbe significare "la fine dell'astronomia come la conosciamo dalla superficie terrestre".

Correlati:

Elon Musk twitta che gli alieni hanno costruito le piramidi
Bill Gates definisce i commenti di Elon Musk sul COVID-19 "scandalosi"
Evo Morales blasta Elon Musk: "Un'altra prova che fu un colpo di stato per il litio di Bolivia"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook