16:39 26 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
101
Seguici su

Secondo le regole di ripartizione del Congresso degli Stati Uniti, il numero di seggi che uno stato ottiene nella Camera dei rappresentanti (e il suo peso nel Collegio elettorale, che sceglie il presidente) è approssimativamente proporzionato alla sua quota della popolazione totale del Paese.

La California ha intentato una causa contro l'amministrazione Trump questa settimana per cercare di garantire che gli immigrati privi di documenti siano conteggiati nel censimento del 2020 per aiutare a determinare il peso dello Stato nella Camera dei Rappresentanti in futuro.

La causa è stata depositata dopo che l'amministrazione Trump ha pubblicato un memorandum la scorsa settimana per escludere che gli stranieri clandestini vengano conteggiati nella base di ripartizione del Congresso in seguito al censimento.

La causa, guidata dal procuratore generale democratico della California Xavier Becerra e dai sindaci delle principali città, tra cui Los Angeles, Long Beach e Oakland, sostiene che il conteggio degli immigrati clandestini nel censimento sarebbe incostituzionale e che la legge richiede "l'intero numero di persone in ciascuno Stato" da conteggiare.

"Il Memorandum e l'esclusione degli immigrati privi di documenti dal conteggio delle quote del censimento probabilmente causeranno la perdita di uno o più seggi nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti e, di conseguenza, uno o più elettori nel Collegio elettorale", si legge nella denuncia, indicando le conseguenze negative per la California del memorandum dell'amministrazione Trump.

La Casa Bianca sostiene che "la Costituzione non definisce in modo specifico quali persone debbano essere incluse nella base di ripartizione" e che dovrebbero essere conteggiati solo gli "abitanti" legali di uno Stato, piuttosto che il numero totale di persone fisicamente presenti in uno Stato al momento del censimento.

"L'esclusione di questi clandestini dalla base di ripartizione è più coerente con i principi della democrazia rappresentativa alla base del nostro sistema di governo", suggerisce la nota della Casa Bianca.

L'amministrazione Trump si è mossa per contestare le regole di ripartizione del Congresso dopo che la Corte Suprema ha respinto il tentativo della Casa Bianca di aggiungere una domanda sulla cittadinanza al censimento del 2020 per avere un'idea di quanti immigrati clandestini vivessero negli Stati Uniti (si ritiene che il numero sia compreso tra 11 e i 29 milioni). L'amministrazione Trump e i repubblicani in generale hanno ripetutamente accusato il Partito Democratico d'incoraggiare deliberatamente l'immigrazione clandestina negli Stati Uniti o di usarla in altro modo allo scopo di migliorare le loro possibilità elettorali di distorcere le elezioni statali e federali.

Secondo il Public Policy Institute of California, lo stato ospita oltre 2,4 milioni di immigrati privi di documenti. Lo Stato ha anche il maggior numero di distretti congressuali, 53 dei 435 seggi totali, nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti. Tutti i 435 seggi saranno messi al voto nelle prossime elezioni di novembre.

La scadenza del censimento del 2020 è stata rinviata a ottobre a causa delle difficoltà legate al coronavirus, con i risultati che dovrebbero essere pubblicati all'inizio del 2021.

Correlati:

Trump firma ordine esecutivo per escludere gli immigrati clandestini dal censimento USA
USA, Trump annuncia decreto per l'ottenimento della cittadinanza per i figli dei clandestini
Immigrazione clandestina: 8.988 migranti sono sbarcati da inizio gennaio
Tags:
Immigrati
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook