16:11 05 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
11323
Seguici su

Il CEO di Tesla ha rilasciato diverse dichiarazioni controverse sulla pandemia di coronavirus. A marzo, l'imprenditore ha previsto che entro la fine di aprile non ci sarebbero state infezioni negli Stati Uniti. Gli USA hanno ora il più alto numero di morti (oltre 150.000) e il maggior numero di casi (4,4 milioni).

Il co-fondatore di Microsoft Bill Gates ha bollato le dichiarazioni di Elon Musk sul coronavirus come scandalose e ha detto che sperava che l'imprenditore sudafricano non si intromettesse nelle sue aree non di competenza.

Partecipando a 'Squawk Box' sulla CNBC, Gates ha parlato dell'epidemia di COVID-19 negli Stati Uniti e di come la disinformazione si sia rapidamente diffusa sui social media. 

"La posizione di Elon è quella di mantenere un alto livello di commenti scandalosi. Non è molto coinvolto riguardo i vaccini. Fa una grande macchina elettrica. E i suoi missili funzionano bene. Quindi gli è permesso di dire queste cose. Spero che non porti confusione nelle aree in cui non è troppo coinvolto", ha commentato Gates.

Musk ha minimizzato i rischi della SARS-CoV-2 e ha rilasciato diverse dichiarazioni controverse sulla questione. In particolare, ha affermato che le autorità statunitensi stessero esagerando sul numero delle morti per COVID-19 e ha criticato duramente i blocchi imposti per fermare la diffusione della malattia. Ha definito tali misure "fasciste", nonostante uno studio abbia dimostrato che queste abbiano salvato milioni di vite nella sola Europa. Inoltre, Musk ha fatto causa a una contea della California e ha minacciato di spostare la fabbrica di Tesla in Texas in risposta alle autorità locali che vietavano alla società di riprendere a lavorare a maggio. All'epoca, diversi dipendenti dissero a 'Business Insider' di aver rischiato di perdere il lavoro se avessero scelto di disobbedire alla chiamata per tornare al lavoro.

Bill Gates, la cui fondazione ha donato milioni di dollari ai laboratori per sviluppare un vaccino contro il coronavirus, ha anche toccato la questione della disinformazione sui social media e ha affermato di essere preoccupato che l'opinione pubblica americana sia allarmata per la sicurezza del vaccino contro il COVID-19.

"Quando lasci che le persone comunichino, devi tenere in conto il fatto che alcune cose errate seppur molto stimolanti possano diffondersi più rapidamente rispetto alla verità. Speriamo che guardino ai fatti, che capiscano i valori delle persone a cui stanno pensando e comprendano che siamo tutti coinvolti in questa situazione e che dobbiamo proteggerci a vicenda con le mascherine e probabilmente con l'immunità del gregge con un vaccino", ha affermato Bill Gates.

Numerose teorie complottiste sono apparse dall'inizio dell'epidemia di coronavirus. Alcuni rapporti hanno affermato che il virus ha avuto origine in un laboratorio cinese ed è stato rilasciato accidentalmente, un'accusa che è stata espressa dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump e dal segretario di Stato americano Mike Pompeo. La Cina ha negato l'affermazione, mentre l'Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che non ci sono prove per ritenere che il virus sia stato creato dall'uomo. Altre voci dicono che il virus sia stato sviluppato da Bill Gates, che vuole impiantare chip nelle persone attraverso un vaccino contro la malattia per controllare la popolazione mondiale. Il co-fondatore di Microsoft ha negato l'accusa.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook