18:52 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
5250
Seguici su

Durante le celebrazioni per il 67° anniversario dalla firma dell'armistizio che pose fine alla guerra di Corea, Kim Jong Un ha ricordato che il Paese non ha più subito aggressioni militari grazie alle sue dotazioni nucleari.

La Corea del Nord ha celebrato, lunedì 27 luglio, il 67° anniversario della firma dell'armistizio che ha posto fine alla guerra di Corea (1950-53). In questa occasione, il leader nordcoreano Kim Jong-un ha detto che la dotazione nucleare del Paese è un deterrente "affidabile, efficace" e garanzia solida per la sicurezza della nazione, secondo quanto riferisce la Korean Central News Agency (KCNA).

La Corea del Nord ha cercato di diventare "uno stato nucleare" con una "forza assoluta" per costruire un deterrente in grado di prevenire un'altra guerra nella penisola, ha dichiarato il leader coreano.

"Ora siamo diventati un paese che può difendersi in modo affidabile e incrollabile davanti a pressioni ad alta intensità, minacce militari e ricatti da parte di reazionari imperialisti e forze ostili", ha affermato Kim Jong-un, riferisce Associated Press. "Non ci sarà più alcuna guerra su questa terra e la nostra sicurezza nazionale e il futuro saranno garantiti in modo sicuro e permanente grazie al nostro deterrente nucleare di autodifesa, affidabile ed efficace".

Queste dichiarazioni giungono durante una fase di stallo dei negoziati con gli Usa sulla denuclearizzazione della penisola. A inizio di luglio, Pyongyang ha detto di non avere bisogno di un dialogo con gli Usa. Il primo vice ministro degli Affari Esteri, Choe Son Hui, aveva escluso la possibilità di riprendere i negoziati prima delle elezioni statunitensi alla Casa Bianca. 

Per la diplomatica i colloqui sono "strumento" che Washington utilizza per gestire la propria crisi interna, mentre l'idea di rinnovare la Repubblica democratica popolare della Corea del Nord prima delle elezioni presidenziali Usa, non è che "un sogno politico irrealizzabile".

La Corea del Nord e gli Usa hanno avviato nel 2018 dei colloqui per la denuclearizzazione. Il leader del paese Kim Jong-un e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump hanno espresso il loro impegno per la denuclearizzazione della penisola coreana durante i colloqui a Singapore nel giugno 2018. 

Le negoziazioni sono fallite dinnanzi ai disaccordi sorti in merito alla tempistica sulla riduzione delle sanzioni imposte dagli Usa su Pyongyang.

Tags:
nucleare, Kim Jong-un, Corea del Nord
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook