19:59 14 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 04
Seguici su

Per gli specialisti non esiste un rischio epidemiologico o pandemico che possa riguardare l'Europa ma si tratta di casi isolati e curabili con un antibiotico, dovuti al consumo di alimenti contaminati dallo Yersinia Pestis.

La Mongolia ha posto in quarantena indefinita il distretto occidentale della provincia Zavkhan per un caso sospetto di peste bubbonica, secondo quanto riferisce l'agenzia stampa Xinhua citando le autorità locali.

Il paziente in questione è un residente di 39 anni del distretto di Uliastai, che ha manifestato febbre alta, mal di testa e dolori muscolari dopo aver mangiato carne di marmotta con la sua famiglia una settimana fa. È stato posto in isolamento in un ospedale locale.

Le persone che sono entrate a contatto con lui, almeno nove, sono state isolate a casa.

In precedenza, sono stati rilevati alcuni casi di peste bubbonica nella regione cinese della Mongolia interna. Due casi stati confermati nella Mongolia occidentale e un ragazzo di 15 anni è morto di peste bubbonica nella provincia mongola occidentale di Govi-Altai. I medici hanno scoperto che tre giorni prima della sua morte, l'adolescente ha mangiato carne di marmotta con gli amici.

Una nuova pandemia di peste? 

I casi di peste bubbonica in Mongolia non rappresentano una minaccia per i paesi confinanti o per l'Europa e possono essere rapidamente contenuti da trattamenti antibiotici e misure precauzionali, ha detto il professore Jakob Zinsstag, vicedirettore del Dipartimento di epidemiologia e sanità pubblica dell'Istituto svizzero di Salute Pubblica. 

"Non prevediamo una nuova epidemia/pandemia di peste bubbonica da casi isolati provenienti da marmotte in Mongolia. Tali casi resteranno delimitati Mongolia. La trasmissione ad alto livello è stata osservata solo in condizioni igieniche sfavorevoli in cui le pulci di ratto possono moltiplicarsi", ha detto Zinsstag.

 

Tags:
Mongolia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook