19:24 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
3527
Seguici su

I diplomatici cinesi hanno lasciato il Consolato Generale a Houston , chiuso su richiesta delle autorità statunitensi dopo le accuse di furto di proprietà intellettuale, definite da Pechino "una provocazione politica".

Alcune persone hanno assaltato l'edificio della missione diplomatica cinese a Houston, dopo circa 40 minuti dopo l'esecuzione dello sfratto del corpo diplomatico. Secondo quanto riferisce la stampa locale, a fare irruzione nei locali del consolato abbandonato, è stato un  gruppo di funzionari statunitensi, dopo aver forzato le porte di ingresso. 

I funzionari sono entrati dal retro, facendo leva con degli arnesi da elettricità sulla porta del retro, dopo aver tentato di scardinare le altre entrate. Tra loro ci sarebbe anche un funzionario del Dipartimento di Stato. 

​All'operazione avrebbero preso degli uomini della sicurezza nazionale. Precedentemente la polizia aveva circondato l'edificio, disponendo delle barricate attorno alla sede. 

​Mercoledì, il Dipartimento di Stato degli Usa ha confermato a Sputnik di dato ordine alla Cina di chiudere il proprio consolato di Houston entro due giorni. Le autorità statunitensi hanno accusato i diplomatici cinesi di essere coinvolti in una vasta operazione di spionaggio e condizionamento negli USA.

La Cina, dal canto suo, ha negato le accuse e criticato gli Usa di violazioni del diritto internazionale. Pechino ha anche accusato gli USA di incitamento all'odio nei confronti dei cittadini cinesi e di minacce all'ambasciata a Washington.

Il Ministero degli Esteri cinese ha reagito allo sfratto della sede diplomatica, ordinando la chiusura del Consolato Generale degli USA nella città di Chengdu.

Tags:
Consolato, Cina, Texas, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook