02:12 25 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
La conversione di Santa Sofia in moschea (15)
1211
Seguici su

A causa della pandemia di coronavirus, le autorità hanno deciso di limitare il numero d'invitati per la prima preghiera.

La prima preghiera musulmana dopo una pausa di 86 anni si svolge venerdì mattina presso Santa Sofia a Istanbul, trasformata in una moschea. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan dovrebbe partecipare alla preghiera.

Il 10 luglio, il Consiglio di Stato della Turchia, il più alto tribunale amministrativo del Paese, ha annullato la decisione del 1934 di trasformare Santa Sofia (Hagia Sophia) in un museo. Subito dopo, Erdogan ha annunciato di aver firmato un decreto sulla trasformazione della cattedrale in una moschea e la reintroduzione dei servizi religiosi islamici.

L'UNESCO, un certo numero di paesi del mondo, così come la Chiesa ortodossa russa, hanno reagito con rammarico a questa decisione. Allo stesso tempo, la Turchia ha promesso di preservare, come prima, i mosaici e gli affreschi cristiani della cattedrale, che saranno coperti con tende solo durante la preghiera.

Erdogan è arrivato alla moschea
© REUTERS / UMIT BEKTAS
Erdogan è arrivato alla moschea

I turisti che in precedenza pagavano 100 lire turche (circa $ 15) per entrare a Santa Sofia ora potranno visitarla gratuitamente.

Le limitazioni per la pandemia

A causa della pandemia di coronavirus, le autorità hanno deciso di limitare il numero d'invitati per la prima preghiera, ovvero 1.453 persone, in onore dell'anno della conquista di Costantinopoli da parte dei turchi ottomani, poiché Hagia Sophia in Turchia è considerata un simbolo di questo evento storico. Circa 500 persone eseguiranno il namaz all'interno di Santa Sofia, il resto pregherà fuori. È stato deciso di assegnare cinque luoghi di preghiera per i credenti adiacenti alla moschea.

La prima preghiera a Santa Sofia dopo la riconversione in moschea (24.07.2020)
© Sputnik . Emre Öz
La prima preghiera a Santa Sofia dopo la riconversione in moschea (24.07.2020)

​Il governatore di Istanbul, Ali Yerlikaya, ha pubblicato su Twitter una foto degli interni della Basilica di Santa Sofia.

"La giornata storica è iniziata. Sono stati completati i preparativi per l'apertura della moschea di Santa Sofia per il culto dopo 86 anni.

Il motto d'Istanbul di oggi sarà:

  • Maschera
  • Distanza
  • Pazienza
  • Comprensione

Saluto i nostri ospiti e auguro successo ai fratelli che sono al lavoro oggi".

L'area intorno alla moschea sarà isolata, i posti di blocco della polizia sono stati istituiti in 11 punti, dove i partecipanti alla preghiera dovranno superare un controllo della temperatura. Saranno necessarie maschere per i partecipanti alla preghiera. 736 medici, oltre 100 ambulanze e un elicottero ambulanza lavorerà all'evento. Circa 20.000 poliziotti prenderanno parte al mantenimento dell'ordine pubblico.

La prima preghiera a Santa Sofia dopo la riconversione in moschea (24.07.2020)
© Sputnik . Emre Öz
La prima preghiera a Santa Sofia dopo la riconversione in moschea (24.07.2020)

Le critiche dall'Occidente

A seguito dell'annuncio della decisione della Turchia, molti paesi del mondo cristiano hanno rilasciato dichiarazioni di vari gradi di condanna e preoccupazione. La Grecia ha protestato più attivamente contro questa decisione delle autorità turche, alla quale ha ricevuto le risposte attese e accolte dall'ufficiale Ankara che Hagia Sophia è proprietà della Turchia e tutte le azioni a essa collegate sono affari puramente sovrani.

Video

Tema:
La conversione di Santa Sofia in moschea (15)

Correlati:

Santa Sofia, presidente Grecia chiede aiuto a Papa Francesco
Firmato protocollo che conferma Santa Sofia come patrimonio mondiale
Erdogan visita Santa Sofia, gli affreschi saranno coperti durante le preghiere
Tags:
Istanbul, Recep Erdogan
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook