15:23 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Dopo la ripresa del lavoro delle istituzioni diplomatiche russe all'estero, i cittadini stranieri potranno richiedere un visto per la Russia senza pagare la tassa consolare, ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

"Un altro argomento che interessa molti: si tratta dell'ottenimento del visto dopo la revoca delle restrizioni all'ingresso in Russia... Attualmente, l'emissione di visti negli uffici consolari russi è temporaneamente sospesa, come sapete, in base alla disposizione del governo del nostro Paese in data 16 marzo 2020. Dopo la ripresa del lavoro delle istituzioni diplomatiche all'estero impegnate nel rilascio dei visti, ai cittadini stranieri sarà data la possibilità di richiedere i visti senza pagare le tasse consolari e le spese di gestione della pratica", ha detto la Zakharova durante la conferenza stampa odierna al dicastero della diplomazia russa.

Questo servizio, secondo la Zakharova, sarà possibile se saranno soddisfatte simultaneamente 3 condizioni: un visto di ingresso singolo o doppio non utilizzato incollato sul passaporto del richiedente, la cui validità inizia non prima del 15 marzo dell'anno in corso. La seconda condizione è che il richiedente abbia presentato documenti per richiedere un visto della stessa tipologia o inferiore per periodo di validità. In terzo luogo il visto che viene rilasciato senza tasse consolari scade entro sei mesi dopo che il decreto del governo russo del 16 marzo 2020 è stato dichiarato non valido.

"Queste tre condizioni devono essere soddisfatte simultaneamente per ricevere la corrispondente agevolazione", ha rilevato la portavoce del ministero degli Esteri russo.

Ricordiamo che al momento le frontiere tra Russia e Unione Europea non sono ancora state riaperte per la diffusione dell'epidemia di Covid-19.

Tags:
Società, turisti, Visto, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook