08:02 15 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
2114
Seguici su

I paesi dei Caraibi che rilasciano passaporti in cambio di investimenti nell'economia hanno deciso di fare degli sconti. Questo momento potrebbe rivelarsi il migliore per avvalersi di un'offerta del genere.

La pandemia del coronavirus che ha colpito in una certa misura ogni paese del mondo ha palesato i problemi posti in essere dalla globalizzazione. Quando è diventato chiaro che la minaccia della diffusione del virus era reale, le frontiere sono state chiuse, le persone si sono isolate in casa oppure sono state bloccate all’estero, da dove a volte è molto difficile tornare in patria.

In questa situazione le frontiere vengono aperte lentamente, ma molte persone hanno voglia di viaggiare. Prendendo in considerazione questo fatto, alcuni paesi, che hanno subito perdite a causa dei mancati flussi dei turisti, hanno semplificato i requisiti economici per ottenere i propri passaporti:

  • Santa Lucia: -50% sulla somma di investimenti necessari ($250.000 per una persona o $300.000 per una famiglia di quattro persone)
  • Saint Kitts e Nevis: -24% sulla somma degli investimenti necessari (da $195.000 a $150.000)
  • Grenada, Dominica, Antigua e Barbuda: soglia minima di investimenti nel paese portata a $100.000

In caso i nuove chiusure dei confini i proprietari di passaporti ottenuti come cittadini stranieri possono entrare in questi Paesi come cittadini a tutti gli effetti.

COVID-19 in America Latina

L’America Latina risulta essere una delle regioni più colpite dalla pandemia COVID-19, dove il numero complessivo dei contagi ha superato la quota 3 milioni.

I maggiori focolai del virus sono registrati in:

  • Brasile (2.098.389 contagiati, 79.488 deceduti)
  • Perù (353.590 contagiati, 13.187 deceduti)
  • Messico (344.224 contagiati, 39.184 deceduti)
  • Cile (330.930 contagiati, 8.503 deceduti)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook