19:21 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
120
Seguici su

Tel Aviv ha prorogato il travel ban per un altro mese, fino al 1 settembre. Ne dà la notizia il quotidiano finanziario Globes, citando l’Autorità per gli aeroporti israeliana.

Israele si difende dal nuovo aumento di casi di coronavirus prolungando il divieto d'ingresso ai cittadini stranieri nel paese e confermando l'obbligo di sottoporsi alla quarantena di 14 giorni per gli israeliani che tornano dall’estero.

“L’Autorità per gli aeroporti di Israele ha comunicato che i rigidi controlli alle frontiere rimarranno in vigore a causa della ripresa diffusione dell’infezione da COVID-19. L'ordine per il completo divieto di entrare in Israele ai cittadini con passaporto non israeliano è stato prorogato dal primo agosto almeno al primo settembre”, scrive il Globes.

Il travel ban nei confronti dei cittadini stranieri è in vigore in Israele da metà marzo. L'ultimo divieto d'ingresso per gli stranieri era in vigore fino al 1 agosto.

In precedenza, era stato anche riferito che la compagnia di bandiera israeliana El Al aveva cancellato tutti i voli di linea fino alla fine di agosto, il 95% dei dipendenti rimarrà in congedo senza retribuzioni.

Dall'inizio della pandemia in Israele sono stati accertati oltre 50 mila casi di contagio dal coronavirus con 415 decessi, più di 21 mila pazienti sono guariti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook