18:59 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Le autorità belghe hanno deciso di non imporre misure anti-contagio più rigide nel contesto del recente aumento dei casi COVID-19, ha dichiarato oggi in una nota il comitato consultivo.

Ad una riunione di esperti in presenza delle autorità regionali e federali sono stati analizzati i motivi dell'aumento del numero di casi COVID-19 nelle ultime settimane.

“Secondo l'analisi, la ripresa della diffusione del virus in questa fase è caratterizzata esclusivamente da problemi locali", si legge nel documento.

Gli esperti hanno spiegato che i dati complessivi cambiano a seconda di specifici focolai del virus, apparsi a seguito a determinati eventi o in determinati ambienti sociali.

"Intanto, i dati su ricoveri e decessi rimangono stabili”, aggiunge il comunicato.

Allo stesso tempo, le autorità hanno deciso di riprendere le conferenze stampa per informare la popolazione sulla diffusione del coronavirus, che erano state sospese dopo la diminuzione dei casi di COVID-19.

Ulteriori passi per far fronte alla diffusione del coronavirus saranno discussi giovedì in una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale belga.

Nel periodo dal 9 al 15 luglio, in Belgio si sono registrati in media 143 nuovi casi di contagio dal coronavirus al giorno, il 61% in più rispetto al periodo dal 1 al 7 luglio. Il nuovo aumento dei casi è stato rilevato in tre province belghe.

Dall’inizio della pandemia nel Belgio sono stati conclamati 63.706 casi di contagio da coronavirus con 9.800 decessi. Il tasso di mortalità del virus nel Belgio è uno dei più alti al mondo.

All'inizio di luglio le autorità belghe hanno imposto l'obbligo di mascherine in negozi, centri commerciali, cinema, musei, biblioteche ed altri luoghi pubblici. La multa per gli individui che non rispettano questa regola sarà di 250 euro. I commercianti possono subire una sanzione da 750 euro. In precedenza l’uso obbligatorio delle mascherine si applicava solo ai trasporti pubblici.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook