08:06 15 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
106
Seguici su

Le forze armate austriache hanno iniziato ad addestrare i cani di servizio per far rilevare loro i positivi al coronavirus tramite l’odore.

Il ministero della Difesa austriaco ha reso noto in un comunicato in cui afferma di aver avviato gli addestramenti dei cani di servizio per un innovativo tipo di compito, trovare gli infetti da COVID-19 mediante l’olfatto. I test sono iniziati il mese scorso, ed attualmente gli specialisti del gruppo militare cinofilo stanno addestrando un pastore belga.

“Non è una novità che i nostri cani di servizio possano rilevare diverse sostanze. Oltre ai cani per il rilevamento delle armi, abbiamo anche cani che rilevano stupefacenti e che possono sentire l'odore di esplosivi. Attualmente siamo in una fase di test su un cosiddetto cane poliziotto anti-coronavirus, il quale dovrebbe "fiutare" la malattia nelle persone. Solo dopo la fase dei test sarà chiaro se questo addestramento speciale diventerà parte integrante del centro militare cinofilo. In ogni caso, sono lieta che il nostro esercito sia così impegnato nell'addestramento dei compagni animali”, ha affermato Klaudia Tanner, ministro della Difesa austriaco.

Il cane viene addestrato a prendere un tubo speciale contenente molecole di odore di coronavirus che sono state estratte da una mascherina infetta. Quando il cane trova il tubo viene premiato con il cibo. Nei prossimi giorni inizierà la fase dei test con il rilevamento del virus utilizzando una mascherina infetta.

Per garantire la sicurezza del cane di servizio e dei cinofili, i tubi e le maschere vengono trattati con radiazioni ultraviolette in modo che il virus venga disattivato.

Attualmente nell’esercito austriaco ci sono 166 cani militari, tra cui esemplari di Rottweiler, Shepherd e Labrador e cani da caccia. Questi cani svolgono il loro servizio sia in Austria, che all’estero.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook