06:31 15 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
203
Seguici su

Potrebbe essere un volontario della diocesi il responsabile del rogo della Cattedrale di San Pietro e Paolo. La procura aveva aperto, sabato pomeriggio, un fascicolo per incendio doloso, dopo il ritrovamento di tre ceppi in cui sarebbe stato appiccato il fuoco all'interno della chiesa.

Un uomo è stato arrestato e preso in custodia dalla polizia, nell'ambito dell'indagine sull'incendio appiccato il 18 luglio nella cattedrale di Saint-Pierre-et-Saint-Paul a Nantes È un volontario della diocesi. Lo ha reso noto il magistrato che conduce l'inchiesta.

L'uomo "era responsabile della chiusura della cattedrale venerdì sera e gli investigatori vogliono dei chiarimenti su come questa persona ha trascorso il suo tempo", ha dichiarato il procuratore Pierre Sennès all'AFP, per spiegare le ragioni del fermo. 

Gli investigatori desiderano anche sentirlo "sulle condizioni di chiusura della cattedrale", ha aggiunto il procuratore.

Tuttavia, il magistrato ha precisato che "qualsiasi interpretazione sull'implicazione di questa persona nei fatti è prematura e affrettata". "Dobbiamo rimanere cauti sull'interpretazione di questa custodia, si tratta di una procedura normale".

Il procuratore ha confermato alla stampa l'arrivo sul luogo, sabato pomeriggio, degli uomini della polizia investigativa scientifica e tecnica, per i rilevamenti specifici. Non è però stato possibile sinora esaminare l'organo, completamente distrutto dalle fiamme, perché i vigili del fuoco non hanno ancora dato l'autorizzazione necessaria per l'accesso alla piattaforma dove si trova lo strumento. 

L'indagine per incendio doloso

Sabato 18 luglio la procura ha ufficialmente dichiarato l'apertura dell'inchiesta per incendio doloso. La pista criminale, attualmente favorita dagli investigatori, si è aperta dopo che sono stati osservati all'interno dell'edificio: uno a livello del grande organo, uno a destra e l'altro a sinistra della navata, ha spiegato il procuratore di la Repubblica di Nantes, citato da Presse Océan.

L'incendio della Cattedrale di Nantes

Sabato mattina è scattato l'allarme incendio per la Cattedrale di San Pietro e Paolo di Nantes. Il rogo, scoppiato all'interno della chiesa, si è diramato dalla navata centrale. Inizialmente fuori controllo, le fiamme sono state domate dai pompieri, giunti sul posto con una sessantina di uomini, che sono riusciti a spegnere completamente l'incendio dopo qualche ora. 

La Cattedrale di Nantes, costruita in 450 anni, dal 1434 al 1891, è un esempio di architettura gotica francese ed è stata riconosciuta monumento storico nel 1862. L'edificio venne bombardato durante la seconda guerra mondiale, il 15 giugno 1944, e poi sottoposto a restauro. 

Non è il primo incendio che si sviluppa nella struttura. Il 28 gennaio 1972, le fiamme divorarono l'edificio ancora in fase di ricostruzione. L'incendio distrusse il tetto di ardesia e la cattedrale, situata nel cuore di Nantes, venne restituita al culto soltanto nel 1985, dopo oltre 13 anni di lavori. 

Nel 2015, sempre a Nantes, un altro edificio cattolico è stato colpito da uno tremendo incendio che ha distrutto tre quarti del tetto della basilica di Saint-Donatien-et-Saint-Rogatien, un edificio religioso del 19 ° secolo.

 

 

 

 

Tags:
Incendio, Nantes, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook