19:05 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Il tribunale di Mosca ha sentenziato oggi che Ivan Safronov è scagionato dall'accusa di aver avuto una collaborazione duratura con l'intelligence ceca.

"Si escludono le informazioni secondo cui l'imputato ha mantenuto una cooperazione a lungo termine con lo staff dell'intelligence ceca", ha affermato la giudice Natalia Konovalova durante la lettura della sentenza.

All'inizio della giornata il tribunale aveva confermato la custodia cautelare precedentemente disposta nei confronti di Safronov in attesa del completamento delle indagini, respingendo gli appelli della difesa del sospetto.

Safronov, ex giornalista esperto di questioni militari e di difesa e ora consulente del capo dell'agenzia spaziale russa Roscosmos, è stato arrestato il 7 luglio e messo in custodia fino al 6 settembre. Secondo il servizio di sicurezza federale russo (Fsb), Safronov è sospettato di aver passato informazioni classificate sul settore della difesa della Russia ai servizi segreti di un Paese della NATO.

La difesa di Safronov ha dichiarato subito dopo l'arresto che il loro cliente è sospettato di aver trasmesso informazioni sulle consegne di armi della Russia in Africa all'intelligence della Repubblica Ceca, con gli Stati Uniti come il destinatario finale delle rivelazioni.

Correlati:

'No comment' del ministero degli Esteri ceco sul caso Safronov
Incriminato per alto tradimento consigliere di agenzia spaziale russa
Convalidato arresto consulente agenzia spaziale russa sospettato di spionaggio per Nato
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook