19:04 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus nel mondo: superati 13 milioni casi (56)
0 14
Seguici su

Il mese scorso il capo dell'agenzia di spionaggio britannica GCHQ ha dichiarato che gli 007 di Sua Maestà avevano rilevato attacchi informatici multipli contro l'infrastruttura sanitaria nazionale in primavera, legando gli attacchi ai tentativi di rubare i segreti del governo sull'elaborazione di un vaccino contro il coronavirus.

Il Centro Nazionale di Sicurezza Informatica del Regno Unito (National Cyber Security Centre, NCSC - ndr) ha accusato oggi hacker legati allo Stato russo di tentativi di rubare dati sullo sviluppo di un vaccino contro il coronavirus.

"Cyber pedine russe stanno prendendo di mira le organizzazioni coinvolte nello sviluppo del vaccino contro il coronavirus, hanno rivelato funzionari della sicurezza del Regno Unito", fa sapere il Centro.

Ha inoltre affermato che il gruppo APT29, noto anche come "i Duchi" o "Orso Accogliente", avrebbe agito "quasi certamente" sotto il comando dei servizi di intelligence russi.

A seguito di una dichiarazione congiunta dei servizi di cibersicurezza britannici, canadesi e statunitensi, il ministro degli Esteri del Regno Unito Dominic Raab ha messo in guardia l'intelligence russa dai tentativi di colpire gli studi sulla pandemia di Covid-19.

"È assolutamente inaccettabile che i servizi di intelligence russi prendano di mira coloro che lavorano per contrastare la pandemia di coronavirus", ha affermato Raab, citato dalla Reuters.

"Il Regno Unito continuerà a contrastare coloro che conducono tali attacchi informatici e collaborerà con i nostri alleati per rintracciare gli autori", ha aggiunto il capo della diplomazia britannica.

Il mese scorso è stata pubblicata un'intervista al direttore del GCHQ (Government Communications Headquarters, l'agenzia governativa che si occupa della sicurezza, nonché dello spionaggio e controspionaggio - ndr) Jeremy Fleming, in cui ha affermato che gli 007 britannici avevano rilevato numerosi attacchi informatici alle infrastrutture sanitarie nazionali, collegando queste azioni ai tentativi di rubare i dati su un vaccino contro il coronavirus. Tuttavia Fleming non aveva rivelato dettagli su chi fosse dietro gli attacchi. Contemporaneamente il Telegraph ha riferito, senza riportare alcuna fonte, che il governo era impegnato nel neutralizzare attacchi informatici legati al coronavirus aventi origine in Russia, Cina e Iran.

La risposta di Mosca

La Russia non dispone di informazioni su chi potrebbe aver condotto attacchi informatici contro le aziende farmaceutiche ed centri di ricerca nel Regno Unito e non ha nulla a che fare con questa situazione, ha dichiarato a Sputnik Dmitry Peskov, il portavoce del Cremlino.

"Non abbiamo informazioni su chi potrebbe aver hackerato le aziende farmaceutiche ed i centri di ricerca nel Regno Unito. Ma possiamo affermare una cosa: la Russia non ha nulla a che fare con questi tentativi", ha detto.

La Russia considera inaccettabili le accuse di Londra relative agli attacchi di hacker per rubare segreti sulle ricerche del vaccino contro il Covid, nonché sulla presunta ingerenza nelle elezioni del 2019: si tratta di dichiarazioni infondate, ha anche affermato Peskov.

"Non accettiamo queste accuse, proprio come le ennesime accuse infondate riguardo l'interferenza nelle elezioni del 2019", ha detto Peskov a Sputnik.

Tema:
Coronavirus nel mondo: superati 13 milioni casi (56)
Tags:
vaccino, Coronavirus, hacker, Russia, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook