19:08 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Preparato distillando le erbe dei giardini di Buckingham Palace, l'esclusivo alcolico costerà circa 45 Euro a bottiglia. Più che un vezzo, un modo per dare ossigeno alle casse reali colpite dalla pandemia di coronavirus.

'Anche i ricchi piangono', recitava il titolo di una famosa telenovela. Ma non tutti: anzi, alcuni di loro, e tra i più illustri, dimostrano di possedere a loro modo l'arte dell'arrangiarsi necessaria per far fronte a periodi di magra.

La Regina d'Inghilterra Elisabetta II, infatti, ha dato la luce verde al Fondo per la Collezione Reale per la produzione della sua marca di gin, tra l'altro il suo liquore preferito.

La bevanda, dal tasso alcolico di 42°, verrà prodotta distillando le erbe dei giardini di Buckingham Palace e solo per questo una bottiglia costerà in media il triplo di una della celebre marca Gordon's, finora fornitore ufficiale di Sua Maestà.

I profitti derivati dalla sua vendita andranno alle Collezioni Reali, che hanno subito ingenti perdite a causa del lockdown che non ha risparmiato nemmeno le residenze della famiglia Windsor. Le perdite stimate a causa dei mancati introiti derivati dai visitatori ammontano a 30 milioni di sterline. Questo ha portato a numerosi licenziamenti nelle fila dello staff e ha indotto Buckingham Palace a richiedere un prestito di 22 milioni di sterline.

'Anche i ricchi piangono', si diceva in apertura. Elisabetta II spera invece di sorridere, sia per l'allegria portata da un sorso del suo gin sia dai ricavi che ne potrebbero derivare. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook