00:52 28 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
144
Seguici su

Personalità ricche, che si definiscono 'Milionari per l'umanità', lunedì in una lettera aperta hanno invitato i governi ad aumentare le tasse sui più abbienti per aiutare a far fronte alla pandemia di coronavirus e alle sue conseguenze.

"Mentre il COVID-19 affligge il mondo, milionari come noi hanno un ruolo fondamentale nella sua guarigione. No, non siamo noi a prenderci cura dei malati nei reparti di terapia intensiva. Non stiamo guidando le ambulanze che porteranno i malati agli ospedali. Non stiamo rifornendo gli scaffali dei negozi di alimentari o consegnando cibo porta a porta. Ma abbiamo soldi, e molti", affermano i Milionari per l'umanità.

"Soldi che sono disperatamente necessari adesso e continueranno a esserlo negli anni a venire, poiché il nostro mondo si riprenda da questa crisi. Oggi, noi sottoscritti milionari, chiediamo ai nostri governi di aumentare le tasse su persone come noi. Immediatamente. Sostanzialmente. Permanentemente", è scritto nella loro lettera.

Secondo i firmatari, l'impatto della pandemia si protrarrà a lungo, forse per decenni, e potrebbe spingere milioni di persone verso la povertà, poiché molte hanno per questo già perso il lavoro. Inoltre, ci sono quasi un miliardo di bambini che non frequentano la scuola e, allo stesso tempo, molti di loro non hanno accesso alle risorse per studiare da casa.

A parte ciò, l'inadeguata quantità di investimenti effettuati nei sistemi di sanità pubblica in tutto il mondo ha portato all'assenza di letti ospedalieri, maschere protettive e ventilatori necessari per aiutare a combattere la pandemia.

"I problemi causati e rivelati dal COVID-19 non possono essere risolti dalla beneficenza, per quanto generosa. I leader dei governi devono assumersi la responsabilità di raccogliere i fondi di cui abbiamo bisogno e di spenderli in modo equo. Dobbiamo assicurarci di poter finanziare adeguatamente i nostri sistemi sanitari, scuole e sicurezza attraverso un aumento permanente delle tasse sulle persone più ricche del pianeta, persone come noi", afferma la lettera.
La lettera è stata firmata da oltre 80 personalità, tra cui l'erede di Walt Disney Co. Abigail Disney, lo sceneggiatore britannico Richard Curtis e il co-fondatore della marca di gelati Ben & Jerry's Jerry Greenfield.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook