07:26 15 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
141
Seguici su

Sembra il piatto più semplice del mondo, ma cucinare un uovo sodo perfetto non è un'impresa per nulla semplice. Ecco il grafico che spiega come ottenere la cottura ideale.

C'è a chi piace sodo, da fare a insalata, e chi invece lo preferisce alla coque, da mangiare con il pane. Ma non è detto che il risultato ottenuto, quando si cucina un uovo, sia quello sperato. Eppure far bollire un uovo sembra l'operazione più semplice del mondo. Ma non è così. 

Finalmente una tabella, pubblicata da Businness Insider, potrà aiutare a trovare la cottura perfetta per cuocere un uovo come meglio si preferisce e non trovare una brutta sorpresa quando si toglie il guscio. 

​Come cucinare un uovo 

Sono tre i metodi per cucinare le uova, a seconda che si voglia mangiare un uovo sodo o alla coque: 

  1. mettere le uova in acqua bollente, abbassare il fuoco e attivare il timer; 
  2. mettere le uova in acqua fredda, portare da ebollizione, abbassare il fuoco e attivare il timer; 
  3. mettere le uova in acqua bollente, coprire la pentola con un coperchio aderente, abbassare il fuoco e attivare il timer. 

Se si preferisce l'uovo acquoso da mangiare con il cucchiaino o inzuppando il pane a mo' di scarpetta, il metodo migliore è il primo, lasciando cuocere l'uovo per 5 minuti. Aumentando la cottura a 10 minuti si può ottenere un uovo sodo, coprendo la pentola con un coperchio aderente si avrà un uovo dal tuorlo morbido e vellutato. 

Come sbucciare un uovo

Specie se le uova sono vecchie, può risultare difficoltoso sbucciare le uova, perché l'albume può restare attaccato al guscio. Per ottenere una "pelatura" perfetta sarà necessario un "bagno freddo". 

Al trillo del timer, che annuncia la fine della cottura, di dovrà passare l'uovo dall'acqua bollente del tegame a una ciotola con acqua fredda, che fermerà la cottura permettendo al bianco di separarsi dalla scorza. 

Nella figura le uova a destra hanno fatto il "bagno freddo", quelle a sinistra no. E adesso, buona degustazione! 

Tags:
Curiosità, Cucina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook