20:07 13 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
La conversione di Santa Sofia in moschea (15)
10314
Seguici su

Ieri è stata resa nota la storica sentenza del Consiglio di Stato turco, che ha annullato il decreto di Ataturk, il quale nel 1934 trasformò Santa Sofia in un museo.

Nel corso del consueto appuntamento dell'Angelus, tenutosi come ogni domenica alle 12.00 in Piazza San Pietro a Roma, il Pontefice ha rivolto il proprio pensiero verso la Turchia, parlando della riconversione di Santa Sofia, che dal 24 luglio tornerà ad essere un luogo di culto islamico.

"Il mare mi porta lontano, penso a Istanbul, penso a Santa Sofia, sono molto addolorato", sono state le parole di rammarico di Papa Francesco, che ha dunque commentato la decisione del presidente turco di ritrasformare Santa Sofia in una moschea.

Nella giornata di ieri il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato la riapertura ufficiale di Santa Sofia come moschea a partire dal 24 luglio, dopo la decisione che ha annullato il suo status di museo.

Il Consiglio di Stato turco ha infatti abrogato il decreto del 24 novembre 1934, promulgato dall'allora presidente Mustafa Kemal Ataturk, con il quale Santa Sofia veniva adibita a museo in un percorso di laicizzazione dello stato.

La decisione della decima sezione del massimo tribunale amministrativo della Repubblica di Turchia è stata presa all'unanimità.

I giudici togati hanno così accolto il ricorso presentato nel 2016 da una piccola organizzazione islamista locale, l'Associazione per la protezione dei monumenti storici e dell'ambiente.

A quanto si è appreso, l'edificio apparterrebbe a una fondazione religiosa che l'avrebbe a sua ricevuto in eredità direttamente dal sultano ottomano Maometto II il Conquistatore, che nel 1453 si impadronì di Costantinopoli e impose la conversione di Santa Sofia da chiesa in moschea.

Pertanto, i giudici hanno ritenuto illegittimo destinare il complesso a un uso diverso da quello allora definito di luogo di culto islamico.

Tema:
La conversione di Santa Sofia in moschea (15)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook