20:12 13 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
La conversione di Santa Sofia in moschea (15)
2415
Seguici su

Il Consiglio di Stato turco ha abolito la decisione del 1934 che conferiva alla Basilica di Santa Sofia ad Istanbul lo status di museo, riferisce l’agenzia Anadolu.

“Il Consiglio di Stato ha abolito la decisione del 1934 sulla riconversione della Santa Sofia in un museo”, riporta l’agenzia, osservando che ora il monumento può essere utilizzato come una moschea.

La decisione è stata adottata all'unanimità, tuttavia è possibile presentare un ricorso alla corte entro 30 giorni.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in precedenza aveva affermato di essere in attesa della decisione del Consiglio di Stato sulla possibilità di modificare lo status di Santa Sofia.

Il capo dello Stato turco aveva dichiarato che i passi successivi e l' eventuale riconversione dell'edificio da museo in moschea sarebbero dipesi da questa decisione della Corte.

L’intenzione di Erdogan di trasformare la Santa Sofia da museo in moschea ha attirato critiche dall'estero, in particolare, dalla Grecia. Secondo il ministro degli Esteri greco Georgios Katrougalos, tale fatto sarebbe un “insulto sia ai cristiani che alla comunità internazionale”.

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu aveva dichiarato che Ankara ha il diritto di modificare lo status della Santa Sofia, facendone una moschea, senza considerare pareri di altri stati.

Santa Sofia, un pò di storia

Santa Sofia fu voluta dall'imperatore bizantino di fede cristiana Giustiniano I e venne inaugurata il 27 dicembre 537. La basilica ha rappresentato il tempio più grande del mondo cristiano per oltre mille anni. Dopo la conquista di Costantinopoli da parte degli ottomani e la caduta dell'Impero bizantino nel 1453, la cattedrale fu convertita in moschea, ma dal 1934 l'edificio, con decreto del fondatore del moderno stato turco, Kemal Ataturk, è diventato museo e ed è stato inserito nella lista dei patrimoni mondiali dell'UNESCO.

Tema:
La conversione di Santa Sofia in moschea (15)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook