19:05 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (22 giugno - 14 luglio) (65)
132
Seguici su

Il primo ministro serbo Ana Brnabic ha condannato le rivolte nel centro di Belgrado mercoledì notte dopo che il presidente Alexander Vučić ha annunciato l'intenzione d'introdurre nuove restrizioni per contrastare la diffusione del coronavirus.

Secondo il ministero degli Interni, circa 5mila persone si sono radunate davanti al palazzo del parlamento martedì sera, e, una parte più piccola, guidata dagli attivisti dell'opposizione Daniel Knezevic e Srdjan Nogo, ha rotto un cordone di polizia e fatto irruzione nella Sala delle Assemblee, ma sono stati successivamente arrestati.

I manifestanti più radicali hanno attaccato i cordoni di polizia, sono riusciti ad intrufolarsi nella hall del parlamento serbo, hanno bruciato tre macchine della polizia e diversi contenitori per la spazzatura. In risposta, la polizia ha usato gas lacrimogeni e cannoni d'acqua, il numero di arrestati e feriti non è stato riportato.

"Condanno nel modo più assoluto il vandalismo dei politici responsabili di una violenta occupazione dell'Assemblea della Serbia (parlamento) in un momento in cui lo Stato e il sistema sanitario stanno affrontando il colpo più duro del coronavirus dallo scoppio della pandemia", ha affermato la Brnabić nella televisione nazionale.

La premier serba ha sottolineato che è stata "la più grande crisi del pianeta dalla Seconda Guerra Mondiale".

I servizi comunali hanno iniziato a ripulire le conseguenze delle rivolte al mattino presto, il centro di Belgrado sta tornando alla normalità. La manifestazione di protesta è stata organizzata da un gruppo di partiti dell'opposizione che ha annunciato il boicottaggio delle elezioni parlamentari nel paese il 21 giugno.

L'opposizione accusa le autorità, guidate da Vučić, del ritardato svolgimento di queste elezioni, nonché del rilascio di autorizzazioni per molti sport di massa e altri eventi in cui era impossibile osservare le misure di distanza sociale, come avevano precedentemente avvertito gli esperti. Finora Vucic ha respinto tutte le accuse.

Martedì sera il presidente serbo ha annunciato che il coprifuoco sarebbe stato imposto di nuovo da venerdì a lunedì, come durante il regime di emergenza da marzo al 6 maggio. Vučić ha anche detto che al momento solo circa 4.000 persone con COVID-19 si trovano negli ospedali, e nella capitale di Belgrado, le strutture mediche sono quasi piene. Si prevede di distribuire i malati in altri 10 ospedali nel Paese.

Come riferito dal ministero della Salute martedì, in Serbia 13 pazienti con coronavirus sono deceduti in 24 ore, il che rappresenta il massimo per l'intera pandemia. Pertanto il numero di vittime ha raggiunto 330 persone, il numero totale di contagi dall'inizio della pandemia è di 16.719.

Tema:
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (22 giugno - 14 luglio) (65)

Correlati:

Coronavirus, Russia invia aerei con medici e virologi in Serbia
Coronavirus, pugno di ferro della Serbia: 12 anni di carcere a chi viola autoisolamento
L'ultimo stato in Europa senza casi di Coronavirus chiude le frontiere a 5 paesi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook