09:37 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
1111
Seguici su

Safronov, in qualità di consigliere del capo dell'agenzia spaziale russa Roscosmos, incarico assunto lo scorso maggio, è stato arrestato all'inizio della giornata. L'ex reporter esperto di industria della difesa e spaziale respinge le accuse di alto tradimento.

Oggi il tribunale distrettuale di Mosca ha convalidato l'arresto preventivo di 2 mesi per l'ex giornalista Ivan Safronov, sospettato di trasmettere informazioni classificate sulla difesa a un Paese della NATO, secondo quanto riferito dall'aula di un corrispondente dello Sputnik.

"Il tribunale decide di accettare la richiesta degli investigatori e di porre agli arresti Safronov come misura cautelare per un mese e 30 giorni, fino al 6 settembre", ha dichiarato il giudice Sergey Ryabtsev, noto per aver gestito il caso di Paul Whelan.

Safronov è sospettato di lavorare dal 2012 per servizi segreti cechi, ha detto il suo avvocato Ivan Pavlov, e il suo caso è legato al passaggio di informazioni di difesa sulle consegne di armi russe in Africa.

La difesa di Safronov contesterà la decisione del tribunale, ha dichiarato l'avvocato Ivan Pavlov.

"Sì, presenteremo un ricorso", ha detto Pavlov.

Safronov è stato arrestato nel corso della giornata di oggi. Prima di avviare la collaborazione con Roscosmos, Safronov ha lavorato per i giornali russi Kommersant e Vedomosti, dove si è occupato di argomenti riguardanti la difesa e l'industria spaziale. La casa editrice Kommersant ha descritto Ivan come un "vero patriota", aggiungendo che le accuse di alto tradimento nei suoi confronti sono assurde.

Dopo la sentenza dei giudici, l'ufficio stampa di Roscosmos ha dichiarato che non rilascerà commenti per l'arresto di Safronov. In precedenza l'agenzia spaziale aveva dichiarato che la detenzione di Safronov non era legata al suo lavoro per Roscosmos.

Tags:
NATO, Spionaggio, Roscosmos, FSB, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook