18:39 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
380
Seguici su

Destano preoccupazione i casi di peste nera rilevati in queste giorni in una regione occidentale della Mongolia.

E' delle ultime ore la notizia che in Mongolia si sarebbero registrati dei casi di contagio da peste nera, probabilmente a causa del consumo di carne di marmotta.

La malattia è stata diagnisticata a due residenti della città di Khovd, in Mongolia occidentale, al confine con la Federazione Russa.

Le autorità di Ulan Bator, come riferisce l'ambasciata russa in Mongolia, hanno già preso tutte le misure necessarie per isolare il cluster, al fine di evitare un'ulteriore diffusione della patologia in altre regioni e Paesi.

Oltre ai contagiati, anche tutte le persone che avevano avuto con loro diretto contatto sono state messe in isolamento e la stessa città di Khovd è in stato di quarantena con la popolazione che non può né entrare né uscire, con le stesse misure che valgono anche per uno dei distretti della regione che si trova a circa 500 chilometri dalle repubbliche russe di Tyva e Altai.

In totale si stima che con i due ammalati siano entrate in contatto diretto 60 persone, alle quale vanno ad aggiungersene altre 400 per i contatti indiretti.

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook