13:17 14 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (443)
2224
Seguici su

La Banca d'Inghilterra rifiuta di restituire $1,13 miliardi di oro venezuelano custodito, perché non riconosce Nicolas Maduro come legittimo presidente del Venezuela.

Il Regno Unito, con sentenza dell'Alta Corte Britannica, ha riconosciuto Juan Guaidó legittimo presidente del Venezuela. Il tribunale si è espresso su un'istanza avanzata da Caracas contro la Banca D'Inghilterra, per la restituzione dell'oro venezuelano, dal valore di $1,13 miliardi di dollari, custodito nei forzieri di Sua Maestà. 

La Banca centrale del Regno rifiuta il trasferimento delle riserve auree, motivando la decisione con l'illegittimità del governo di Caracas, presieduto da Nicolas Maduro, eletto presidente dopo aver vinto in maniera decisiva le elezioni del maggio 2018. Il governo venezuelano ha impugnato il rifiuto davanti all'Alta Corte Britannica.

"Il governo di Sua Maestà riconosce il sig. Guaido nelle vesti di presidente costituzionale ad interim del Venezuela e, di conseguenza, non riconosce il sig. Maduro come presidente costituzionale ad interim del Venezuela. Qualunque sia la base per il riconoscimento, il governo di sua maestà ha riconosciuto inequivocabilmente Guaido, presidente del Venezuela". Questo verdetto della corte.

Allo stesso tempo, il tribunale ha dichiarato nella sua sentenza che "non c'è spazio per il riconoscimento di Guaido come presidente de jure e di Maduro come presidente di fatto".

La Banca Centrale del Venezuela (BCV), in rappresentanza del governo di Maduro, ha sostenuto durante l'udienza preliminare che Londra, mantenendo le relazioni diplomatiche con Caracas, "riconosce" di fatto il governo del presidente eletto nonostante lo definisca "illegittimo". La BCV ha inoltre affermato che se il Regno Unito riconoscesse Guaidó come presidente venezuelano, incorrerebbe in una violazione delle leggi internazionali e un "intervento inammissibile negli affari del Venezuela".

La Banca d'Inghilterra detiene attualmente circa $1,13 miliardi di oro venezuelano, ma rifiuta di darne l'accesso al governo del presidente democraticamente eletto Nicolas Maduro o di trasferirlo in un'altra banca. Caracas ha recentemente presentato un ricorso in un tribunale britannico nel tentativo di costringere i banchieri centrali a trasferire le riserve auree del paese, per consentire al Venezuela di usarlo per combattere la pandemia di coronavirus.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (443)
Tags:
Juan Guaidó, Nicolas Maduro, Banca d'Inghilterra, Venezuela, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook