22:28 12 Luglio 2020
Mondo

Mississippi, rimosso il simbolo dei Confederati dalla bandiera

Mondo
URL abbreviato
222
Seguici su

In seguito alle pressioni esercitate dalla società civile americana, il governo del Mississippi ha deciso di rimuovere l'emblema dei Confederati sudisti dalla propria bandiera.

Con un decreto del governatore repubblicano Tate Reeves, lo stato del Mississippi ha ufficialmente sancito la rimozione dalla propria bandiera del simbolo dei Confederati, considerato razzista e fonte di divisione per intere generazioni.

"Non è un momento politico per me ma un'occasione solenne per riunire le nostre famiglie del Mississippi, per riconciliarci e andare avanti. Siamo gente dura, ci definiamo per la nostra ospitalità. Siamo persone di grande fede. Ora, più che mai, dobbiamo fare affidamento sulla nostra fede e mettere le divisioni da parte e unirci per un bene superiore", sono state le parole di Reeves dopo l'approvazione.

Nelle scorse settimane i deputati del Mississippi hanno dovuto affrontare grandi pressioni esterne per rimuovere l'emblema di battaglia degli stati confederati, rappresentata da un campo rosso con una croce blu e 13 stelle, con la questione tornata di estrema attualità in seguito alla morte di George Floyd e alle prese di posizioni del movimento Black Lives Matters.

Domenica scorsa una coalizione bipartisan di deputati ha votato per la sostituzione della bandiera dello stato con una nuova la cui composizione dovrà essere approvata per le elezioni del 3 novembre.

Quello del Mississippi era l'unico vessillo negli Usa in cui figuravano gli emblemi di un passato considerato razzista e legato all'oppressione dell'epoca della schiavitù.

In una precedente votazione, tenutasi nel 2001, gli elettori avevano deciso di mantenere il simbolo dei Confederati, considerato un emblema identitario sudista. Tuttavia negli anni scorsi diverse città e istituzioni pubbliche, tra cui diverse università, avevano deciso di abbandonarlo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook