21:55 12 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
320
Seguici su

L'Organizzazione mondiale della sanità intende studiare attentamente la pubblicazione degli scienziati cinesi sull'identificazione di un nuovo tipo di influenza suina, prima che ci siano casi di trasmissione di un tale virus dagli animali agli umani in Asia.

Lo ha dichiarato il portavoce dell'OMS Christian Lindmeier durante un briefing a Ginevra.

"Studieremo attentamente il documento pubblicato dagli scienziati in Cina per scoprire le novità in esso", ha detto.

Ha aggiunto che prima di questo, in Asia sono stati segnalati casi di trasmissione d'influenza di tipo H1N1 dai maiali all'uomo.

La scoperta del virus

In precedenza i ricercatori cinesi hanno annunciato di aver scoperto un nuovo ceppo d'influenza suina che gli scienziati temono possa scatenare una nuova pandemia. Il virus di questa nuova influenza, soprannominato G4 EA H1N1, discende geneticamente da A/H1N1, che ha causato la pandemia d'influenza suina del 2009.

Uno studio di 7 anni, pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences lunedì, ha identificato il ceppo G4 nei suini, gli ospiti intermedi per i virus dell'influenza. Gli scienziati affermano che i suini sono sempre più infettati dal virus dal 2016.

Quando un maiale cattura diversi ceppi d'influenza, diventa una sorta di contenitore di miscelazione per virus, che può scambiare e sostituire il materiale genetico in un processo noto come riassortimento. Porta alla creazione di un nuovo virus, che sembra essere il caso di G4.

Correlati:

Oms denuncia accelerazione della diffusione del coronavirus
Il COVID-19 è peggio dell’influenza suina ma la fame è peggio del COVID-19 – Portavoce ONU
Paura del maiale: nuova influenza suina con "potenziale pandemico" presente nei maiali cinesi
Tags:
OMS
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook