15:53 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
192
Seguici su

Il sistema di monitoraggio della radioattività nazionale non ha segnalato emergenze o minacce che potrebbero causare un aumento dei livelli di radiazioni in Russia, ha dichiarato ai giornalisti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

In precedenza su diversi media erano circolate notizie, secondo cui le autorità di sicurezza sul nucleare e radiazioni di Svezia, Norvegia e Finlandia all'inizio di giugno avevano registrato nell'atmosfera dei Paesi nordici un leggero aumento della concentrazione di isotopi radioattivi di origine dai reattori di centrali nucleari.

Secondo alcuni media occidentali, gli isotopi sarebbero arrivati ​​dalla Russia a seguito della depressurizzazione della cella a combustibile nel reattore di una delle centrali nucleari sparse nel Paese.

"Sapete che disponiamo di un sistema moderno assolutamente perfetto per garantire il monitoraggio della radioattività, non ci sono stati, come avete visto, avvisi su situazioni minacciose o di emergenza, quindi non conosciamo la fonte di questi messaggi", ha dichiarato Peskov.

L'ufficio stampa di Rospotrebnadzor (l'Agenzia federale russa per la tutela dei consumatori) ha riferito a Sputnik che le misurazioni del livello di radiazioni gamma sono stabili nel territorio russo. Anche le autorità esecutive federali della Russia non confermano le informazioni pubblicate.

Allo stesso tempo gli specialisti dell'Istituto nazionale olandese per la salute e l'ambiente (RIVM) hanno negato che la Russia sia la fonte d'origine di radioattività nel Nord Europa, ma al contrario sostengono che non è possibile stabilire il Paese da cui si sarebbero diffuse le sostanze radioattive.

"L'Istituto afferma che i radionuclidi si sono trasferiti dalla parte occidentale della Russia alla Scandinavia, ma al momento è impossibile determinare il paese di origine specifico", si legge nella nota.

Nella stessa Olanda non è stata registrata la presenza di sostanze radioattive non naturali nell'atmosfera.

Tags:
Ambiente, Inquinamento, Materiale radioattivo, Europa, Scandinavia, Cremlino, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook