12:40 11 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
211
Seguici su

4 migranti dispersi nel Mar Egeo, la guardia costiera turca ha recuperato 35 persone vive. Intanto nel Mediterraneo la Mare Jonio ha recuperato 43 persone.

Naufragio nel Mar Egeo, da una imbarcazione con a bordo 35 migranti quattro sono caduti in mare mentre cercavano di raggiungere le coste greche e risultano attualmente dispersi.

Secondo quanto riferito dall’Agenzia di stampa turca Anadolu, una imbarcazione della guardia costiera greca avrebbe urtato il natante con a bordo i migranti causandone il naufragio.

La guardia costiera turca è intervenuta per effettuare il recupero delle persone in acqua e a bordo del natante danneggiato riferisce l’agenzia turca.

In Turchia, riferisce l’agenzia, vi sono 3,7 milioni di rifugiati siriani che vorrebbero attraversare le frontiere ed entrare in Europa.

Recupero nel Mediterraneo

Questa mattina intorno alle 6.20 la Mare Jonio ha soccorso 43 persone a circa 40 miglia a Nord di Zuara.

Secondo quanto riferisce Saving Humans Mediterranea proprietaria della nave da soccorso, i migranti “erano a bordo di un'imbarcazione piena d’acqua e sovraccarica, a rischio di affondare. Adesso sono sani e salvi sulla nostra nave”.

La Mare Jonio sabato scorso ha denunciato un mancato soccorso da parte di navi militari italiane nei confronti di una imbarcazione in difficoltà davanti le coste libiche. Secondo l’accusa della Ong, è stato permesso alla guardia costiera libica di procedere al recupero delle persone in difficoltà e di riportarle in quello che l’organizzazione umanitaria considera un territorio non sicuro.

 

Correlati:

Nel Mar Egeo una nave turca ha cercato di speronare una nave greca
Turchia, affonda barcone di migranti clandestini nel Mar Egeo. 9 morti
Migranti, naufragio di un barcone nel Mar Egeo, morti 5 bambini e 2 donne
Tags:
Flusso migranti, Crisi dei migranti, migranti comunitari
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook