18:42 12 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (59)
3336
Seguici su

L'appello sottoscritto da leader politici, premi Nobel e stelle dello spettacolo. L'appoggio del ministro Speranza: “Nessuno deve mai restare escluso dalle migliori cure possibili".

Esprimere la necessità di un vaccino contro il coronavirus e che sia un bene globale, alla portata di tutti. 

Questo l'auspicio espresso in una dichiarazione formulata dallo Yunus Center alla quale hanno aderito 103 leader globali, tra cui 18 Premi Nobel e 32 ex capi di stato. 

Tra i firmatari ovviamente il Premio Nobel per la pace Muhammad Yunus, aggiudicatosi l'importante riconoscimento nel 2006 per l'invenzione del microcredito.

Tra le altre personalità che hanno sottoscritto l'appello partito dal suo centro vanno incluse: Desmond Tutu, Mikhail Gorbachev, Malala Yousafzai, Bono, Richard Branson, Lech Walesa, Jody Williams, Mahathir Mohamad, Lula, George Clooney, Sharon Stone, Forest Whitaker, Leymah Gbowee, Mary Robinson, Tawakkol Karman, Ratan Tata, Azim Premji, Shabana Azmi, Anne Hidalgo, Thomas Bach e il nostro Andrea Bocelli.

L'appello sollecita governi, fondazioni, filantropi e imprese sociali affinché si facciano avanti per produrre e/o distribuire i vaccini in tutto il mondo gratuitamente, senza alcun brevetto.

"Invitiamo tutte le entità sociali, politiche e sanitarie a riaffermare la nostra responsabilità collettiva per la protezione di tutte le persone vulnerabili senza alcuna discriminazione", si legge nel comunicato.

Espresso anche l'auspicio dell'istituzione di un comitato internazionale responsabile del monitoraggio della ricerca sul vaccino per garantirne la parità di accesso a tutti i paesi e a tutte le persone entro un periodo di tempo prestabilito annunciato pubblicamente.

"Facciamo appello a tutti i leader mondiali, al Segretario Generale delle Nazioni Unite, al Direttore Generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, ai leader religiosi, sociali e morali, a quelli dei laboratori di ricerca e a quelli dei media e alle aziende farmaceutiche per unirsi al fine di assicurare che nel caso in cui venga trovato il vaccino contro il COVID-19 vi sia un consenso globale per un accesso universale gratuito, molto in anticipo rispetto sua produzione e distribuzione", così termina la dichiarazione.

Un plauso all'iniziativa giunge anche dal Ministro della Salute Roberto Speranza, che tramite la sua pagina Facebook esprime l'auspicio di un vaccino senza brevetto proprio nel giorno in cui si sono toccati i 10 milioni di casi globali.

"Nessuno deve mai restare escluso dalle migliori cure possibili", ha scritto il Ministro, aggiungendo che "nel giorno in cui il numero di casi censiti tocca i 10 milioni a livello globale dobbiamo impegnarci affinché la salute sia sempre un diritto fondamentale di tutti".

Tema:
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (59)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook