03:24 25 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 102
Seguici su

Il governo tedesco sta pensando a come aggirare le sanzioni USA sul gasdotto Nord Stream 2.

La Germania sta considerando delle contromisure da implementare contro gli Stati Uniti in caso questi ultimi dovessero andare avanti e introdurre nuove sanzioni sul progetto russo del Nord Stream 2. A riportarlo è la rivista Bloomberg, citando degli anonimi funzionari vicini al governo tedesco.

Stando a quanto trapelato, a Berlino starebbero pensando di intraprendere un'azione in sinergia con i partner europei per contrastare le sanzioni americane. 

In questo senso, il governo tedesco sembrerebbe convinto del fatto che quella americana sia configurabile come un'ingerenza bella e buona da parte degli USA negli interessi energetici dell'Europa a 27.

Una mossa che andrà tuttavia ponderata con grande attenzione e meticolosità, visto che, specie alla vigilia delle Presidenziali 2020, Donald Trump potrebbe implementare le tanto anticipate tariffe sull'industria dell'automobile teutonica con le quali il tycoon ha cercato per molto tempo di tenere Berlino sotto scacco.

All'inizio di giugno un gruppo bipartisan di legislatori statunitensi ha proposto una legge che prende di mira le aziende che forniscono servizi, come ispezioni, prove o lavori di certificazione necessari per far funzionare il Nord Stream 2. 

Il ministero tedesco per gli Affari economici e l'energia ha espresso in questo senso il proprio timore circa il fatto che le nuove sanzioni statunitensi contro il progetto del gasdotto possano colpire non solo le società tedesche ed europee, ma anche le agenzie federali,

Cos'è il Nord Stream 2

Il Nord Stream 2 è una joint venture della russa Gazprom e di cinque società europee. Il gasdotto trasporterà fino a 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno dalla Russia alla Germania attraverso le acque territoriali o le zone economiche esclusive di Danimarca, Finlandia, Germania, Russia e Svezia.

Gli Stati Uniti e diverse nazioni europee hanno ripetutamente sollevato obiezioni al progetto, sostenendo che questo prodotto darà a Mosca una leva per fare pressioni sull'UE. Nel 2019, Washington ha incluso sanzioni contro le aziende coinvolte nel progetto nel suo bilancio per la difesa del 2020. Tuttavia, i membri chiave del progetto, compresa la Germania, insistono sul fatto che l'impresa sia di natura puramente economica.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook