12:02 15 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (22 giugno - 14 luglio) (65)
0 10
Seguici su

Il numero dei contagiati al mondo si avvicina ai 10 milioni, cresce oltre i 100 milioni il numero delle vittime in America Latina.

Record di contagi negli Usa, dove sono stati registrati oltre 35.900 positivi nelle ultime 24 ore. Si tratta del più alto numero di contagiati da fine aprile e uno dei più alti picchi di sempre, che porta il totale dei casi accertati di Sars-Cov2 negli USA a 2.380.452, secondo le cifre riferite dalla John Hopkins University.

I decessi per Covid-19 avvenuti nell'ultimo giorno sono 756, per un totale di 121.969. 

Maratona di New York sospesa

Resta ancora alta l'allerta negli USA. A causa dell'emergenza sanitaria è stata presa la decisione di annullare la tradizionale maratona di New York, la più grande al mondo, che quest'anno avrebbe celebrato i suoi 50 anni. 

“La cancellazione della New York City Marathon di quest’anno è incredibilmente deludente per tutti, ma è chiaramente la via che dovevamo seguire sul piano della sicurezza e della salute” ha dichiarato Michael Capiraso, presidente di New York Road Runners, l’associazione che organizza la manifestazione sportiva, che ogni anno raccoglie nella grande mela oltre 50 mila sportivi.

America Latina nuovo epicentro

Continua l'emergenza in tutto il continente americano, con l'America Latina, appena entrata nella stagione invernale, trasformata nel nuovo epicentro mondiale della malattia, con un numero crescente di decessi. Nelle ultime 24 ore nella regione sono cresciuti sia i contagi, per un numero totale di 2.220.357, 66.795 in più in un giorno, mentre i morti in tutta la regione sono 102.985, con un aumento di 2.809 decessi rispetto a ieri. 

Fuori controllo l'epidemia in Brasile, con 42.725 casi positivi accertati nelle ultime 24 ore e 1.185 decessi. Nel Paese si registra la metà dei contagi e dei decessi di tutto il continente latinoamericano, rispettivamente 1.188.631 e 53.830. 

Il Brasile è il secondo Paese più colpito al mondo per diffusione e decessi dopo gli USA.

Con 24.324 decessi, il Messico è il settimo Paese per vittime, dietro la Spagna, ma con un numero inferiore di casi accertati, 196.847 in tutto. Secondo alcuni medici messicani l'alta mortalità del Paese è dovuta alla presenza di comorbilità in molti pazienti. 

Perù e Cile, hanno superato Spagna e Italia per numero di contagi, con oltre 250mila casi positivi.

Secondo l'epidemiologo Vespignani, “non è una sorpresa" la diffusione del virus in questi Paesi. 

Il nuovo coronavirus, ha detto il professore in una intervista al Corriere della Sera, “si è diffuso seguendo i flussi di viaggio più battuti. Si è spostato prima in Europa, poi negli Stati Uniti e ora tocca agli altri Paesi. Sono in arrivo nuove difficoltà sia dal punto di vista epidemiologico che socio-economico. Qui stiamo parlando di nazioni dove è oggettivamente difficile applicare misure come il distanziamento sociale. Per non parlare delle risorse sanitarie“.

Tema:
Coronavirus: superati gli 8 milioni casi nel mondo (22 giugno - 14 luglio) (65)
Tags:
Brasile, America Latina, Coronavirus, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook