14:58 24 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
3302
Seguici su

Vladimir Putin ha ribadito l'importanza dell'unitarietà di intenti tra i Paesi per proteggere il mondo dalle nuove sfide e da possibili epidemie.

Il presidente russo Vladimir Putin ha sottolineato l'importanza dell'unità di intenti con gli altri Paesi al fine di proteggere il mondo da nuove, pericolose minacce.

"Siamo lieti di dare il benvenuto ai nostri amici e ospiti da diversi Paesi, che sono arrivati a Mosca per rendere omaggio a tutti coloro che hanno difeso la pace nel mondo. Non dimenticheremo mai il contributo dei nostri alleati per raggiungere la Vittoria. Sappiamo che davanti alle sfide di fronte alle quali si trova oggi il pianeta, sentiamo in maniera particolare il valore della persona, dei suoi sogni, della sua felicità, delle sue speranze, della sua vita pacifica e tranquilla. Capiamo quanto sia importante rafforzare l'amicizia tra popoli aperti al dialogo e alla collaborazione sulle più importanti questioni dell'agenda internazionale. Tra queste c'è la creazione di un sistema di sicurezza affidabile, del quale ha bisogno questo mondo globalizzato e in continuo cambiamento. Solo insieme riusciremo a difenderlo da nuovi, pericolosi virus", sono state le parole di Putin.

Il capo di stato russo ha poi ancora una volta sottolineato l'importante contributo dell'Armata rossa per sconfiggere le armate hitleriane nel corso del secondo conflitto mondiale:

"Proprio il nostro popolo è stato in grado di sconfiggere un male totale, terribile. Ha annientato oltre 600 divisioni nemiche, distruggendo il 75% del totale complessivo di aerei, carri armati e artiglieria del nemico, percorrendo fino alla fine il suo cammino giusto, eroico e pieno di sacrifici. Questa è la vera, onesta verità sulla guerra. Siamo nell'obbligo di salvaguardarla e difenderla, di tramandarla ai nostri figli, nipoti e pronipoti", ha detto Putin dal palco della Piazza Rossa.

Quest'oggi a Mosca si è tenuta la Parata commemorativa del 75° anniversario della Vittoria sul nazifascismo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook