12:52 23 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 32
Seguici su

Durante una riunione relativa alle azioni intraprese per eliminare le conseguenze della fuoriuscita di carburante a Norilsk, il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che nelle ultime settimane è stato fatto molto e la situazione è stata ribaltata.

Ha notato che il gasolio fuoriuscito è stato localizzato e sono stati avviati i lavori per la bonifica delle aree contaminate dagli idrocarburi.

"Ovviamente le conseguenze per l'ambiente e la biodiversità acquatica sono gravi. Per il risanamento e il ripristino ci vorrà molto tempo. E i dipendenti della società Nornickel devono continuare a lavorare fino a quando i danni non saranno completamente liquidati".

Putin ha aggiunto che da questo incidente bisogna trarre una lezione.

Ha disposto di garantire la completa bonifica dei terreni e delle acque contaminate e di controllare rigorosamente i lavori di liquidazione delle conseguenze dell'incidente.

"Noto che mancava un'esperienza simile nell'affrontare la bonifica di un bacino idrico contaminato in Russia. Questo ha richiesto una concentrazione davvero seria di forze del ministero delle Situazioni d'Emergenza, dell'authority per la protezione ambientale e il coinvolgimento di specialisti, scienziati ed ecologi, ha aggiunto il presidente.

Il capo di Stato ha inoltre incaricato di analizzare il lavoro dei dipartimenti che non hanno reagito tempestivamente all'incidente.

Il ministro delle Situazioni d'Emergenze Evgeny Zinichev a sua volta ha dichiarato che la seconda fase per fronteggiare il disastro ambientale sta per concludersi. Secondo il ministro, insieme ad altri dipartimenti, il dicastero sta elaborando i piani per ripristinare l'ecologia nella zona colpita.

Come rilevato dal ministro delle Risorse Naturali Dmitry Kobylkin durante la riunione, i soccorritori sono riusciti a localizzare la perdita.

L'incidente alla centrale termoelettrica di Norilsk №3 è avvenuto il 29 maggio. A seguito della rottura di una cisterna si sono riversati nell'ambiente 20mila metri cubi di gasolio, alcuni sono finiti nel torrente locale e nel fiume Ambarnaya. L'area inquinata era estesa per 180mila metri quadrati.

Tags:
Inquinamento, Ambiente, Incidente, Siberia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook