12:02 23 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
206
Seguici su

Chiede un porto sicuro la nave Sea-Watch 3 dopo il terzo soccorso in mare in 24 ore. L'equipaggio è esausto e ci sono oltre 200 persone da far sbarcare.

“La scorsa notte Sea-Watch 3 ha soccorso 46 persone da un'imbarcazione in difficoltà la cui presenza era stata segnalata alle autorità competenti da Watch The Med - Alarmphone. Siamo arrivati appena in tempo, mentre l'acqua iniziava a entrare nell'imbarcazione. Siamo felici di avere portato queste persone in salvo sulla nostra nave. Con loro, il numero dei naufraghi a bordo è salito a 211. Sia loro che i membri del nostro equipaggio sono esausti. Abbiamo bisogno subito di un porto sicuro!”

Sono queste le parole scritte dai membri di Sea-Watch dopo il terzo soccorso in mare in 24 ore. Ed ora chiedono aiuto e un porto sicuro dove poter attraccare e far sbarcare i migranti soccorsi e strappati dalla morte.

I 5 anni di Sea-Watch

Ieri Sea-Watch ha compiuto 5 anni, ma “non c'è motivo di festeggiare!”, hanno scritto sul profilo Facebook.

“Il fatto che il nostro lavoro è ancora urgentemente necessario è triste quanto evidente, come dimostrano gli incidenti di ieri”, si legge nel messaggio. 

Correlati:

Sea Watch sbarca a Messina, Musumeci: "Una sfida al popolo siciliano"
Sea Watch, Musumeci: "Lo sbarco è una decisione grave del governo"
Sea Watch: quattro gommoni nel Mediterraneo, uno si è capovolto
Tags:
Accoglienza dei migranti, Crisi dei migranti, Migranti, Emigrazione
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook