18:37 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 323
Seguici su

Pensare di revocare il diritto di veto ai membri permanenti del Consiglio di Sicurezza ONU è irresponsabile. Ne è convinto il presidente russo Putin.

La riflessione del capo del Cremlino è contenuta nell'articolo intitolato "Le reali lezioni del 75° Anniversario della Seconda Guerra Mondiale", pubblicato sulla rivista americana National Interest.

“Le richieste frequentemente effettuate negli ultimi anni di abolire il diritto di veto e di privare i membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di speciali capacità sono in realtà irresponsabili” ha scritto il presidente russo. “Alla fine, se questo dovesse succedere, l'ONU diventerebbe essenzialmente una società delle Nazioni, un incontro per conversazioni vuote senza alcuna influenza sui processi mondiali. A cosa ha portato tutto ciò è ben noto”

Come Putin ha dichiarato, le nazioni che vinsero la Seconda guerra mondiale “affrontarono la formazione di un nuovo sistema di ordine mondiale con tutta serietà, cercando di evitare di ripetere gli errori dei loro predecessori”.

Il presidente della Federazione Russa ha osservato che nel lavoro delle Nazioni Unite attualmente si percepisce una "certa tensione, che mina l'efficacia dell'intervento delle Nazioni Unite.

"I principi alla base del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sono l'unico meccanismo valido a prevenire una guerra su vasta scala o un conflitto globale", ha sottolineato il presidente russo.

I membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sono Russia, Cina, Francia, Regno Unito e Stati Uniti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook