14:34 14 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
204
Seguici su

Anche se il picco è stato superato, nel giro delle prossime settimane potrebbe registrarsi un nuovo aumento dei contagi in base alle "previsioni ipotetiche" del centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Il centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha pubblicato sul suo sito web un nuovo rapporto aggiornato sui rischi di diffusione del coronavirus nel vecchio continente.

Secondo quanto affermato, il picco del Covid-19 è stato superato pressochè in tutti i Paesi europei, ad eccezione di Regno Unito, Svezia e Polonia, ciononostante l'epidemia non è ancora alle nostre spalle, dal momento che "previsioni ipotetiche mostrano che una crescita dei casi è probabile nelle prossime settimane".

In virtù della possibilità di ripresa dei contagi, l'Ecdc consiglia alle autorità dei vari Paesi di adottare una strategia con monitoraggio rigoroso della situazione epidemiologica, "perché le nostre azioni ci danno il potere di controllare la diffusione del virus."

Secondo il centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, la ripresa dei contagi potrebbe essere spinta dal periodo estivo, in quanto c'è il rischio che la gente non aderisca fermamente alle misure raccomandate come la distanza sociale.

Del rischio di una nuova ondata di Covid-19 aveva parlato ieri Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e uno dei membri del Comitato tecnico scientifico che affiancano il governo nella gestione della pandemia. Secondo l'esperto, bisogna prepararsi ad una seconda ondata, anche se  sarà meno aggressiva della prima.

A sua volta il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo a Montecitorio, aveva sostenuto che  non c'è certezza sulla seconda ondata di Covid-19, tuttavia "è possibile".

Tema:
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
Tags:
Europa, sanità, Salute, Società, Malattie, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook