02:16 14 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
123
Seguici su

E’ in uscita il 6 luglio, in occasione del suo 85esimo compleanno, un album musicale del Dalai Lama XIV. Si intitolerà Inner World (mondo interiore) e il singolo di presentazione è già online.

Naturalmente non dovremo attenderci un Dalai Lama che balla e canta come nelle videoclip moderne, gli 11 brani elaborati sono musiche dal flusso New Age che ruotano intorno ai mantra, le preghiere e gli insegnamenti del leader buddista.

Il singolo intitolato ‘Compassion’, già disponibile online e che qui sotto linkiamo, rappresenta il tenore che presumibilmente avrà l’intero album. Nel caso di questo singolo introduttivo il Dalai Lama recita il più classico dei mantra sanscriti “Om mani padme hum” che, al di là del suo significato puramente letterale (O Gioiello nel fiore di Loto!), ha una valenza fortemente simbolica e nella tradizione buddista tibetana viene recitato per aiutare gli altri in condizioni di sofferenza. Appunto una invocazione alla compassione.

Secondo indiscrezioni di The Associated Press, che ne vanta l’esclusiva, Inner World sarebbe nato dall’iniziativa della musicista neozelandese Junelle Kunin che, dopo una inutile ricerca online di musica capace di abbinare gli insegnamenti buddisti con la melodia, tale da dare sollievo allo stress sul lavoro, avrebbe proposto l’idea al Dalai Lama di crearne appositamente. Dopo un primo gentile rifiuto, nel 2015 infine il Dalai Lama accettò l’invito.

La Kunin ha preparato quindi un elenco di argomenti e mantra per il Dalai Lama e ha registrato la sua voce. Intorno a queste tracce lei e il marito Abraham hanno poi costruito la musica.

“Era davvero entusiasta”, ricorda la Kunin, “ha continuato a spiegarmi quanto fosse importante la musica. (…) Ha parlato di come la musica possa aiutare le persone in modi in cui nemmeno lui è in grado; può trascendere le differenze e riportarci alla nostra vera natura e al nostro buon cuore”.

I proventi netti dell’album andranno in beneficenza.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook